Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Napoli n. 1947/21

9.2 C
Napoli
venerdì 19 Aprile

Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Napoli n. 1947/21

  • PUNTO ZERO

Il Giardino dell’Ozio, il Parco Archeologico di Ercolano sperimenta la visita slow.

L’otium, la quiete, l’inoperosità laboriosa sono i concetti base del nuovo progetto che lancia il Parco Archeologico di Ercolano: l’apertura, a partire da domenica 3 settembre, di uno dei giardini della Casa del Rilievo di Telefo, il cosiddetto “giardino dei melograni”, rendendo ancora più preziosa l’offerta della domenica gratuita del mese di settembre. L’obiettivo è offrire la possibilità di una sosta in un luogo piacevolmente ombreggiato da alberi di melograno e dai due ultimi grandi pini ancora presenti sul sito, che permetta di sperimentare una modalità di visita “slow”, privilegiando la qualità del tempo e dando maggior valore all’esperienza attraverso l’adozione di ritmi più lenti. Con l’occasione viene aperta un’antica e stretta via, il cosiddetto “Vicolo meridionale”, sulla quale si apre una delle due panetterie note dell’antica Herculaneum dotata di una toilette (latrina) che in una prima fase apparteneva alla vicina Palestra e poi passata nelle disponibilità di chi gestiva questo forno. 

L’intervento nel giardino della Casa del Rilievo di Telefo – dichiara il Direttore Sirano – mira ad offrire al pubblico non solo un piacevole spazio di sosta, adeguatamente attrezzato, ma un luogo che stimoli la riflessione, l’ascolto e l’approfondimento di tematiche caratterizzanti la società romana, l’otium innanzitutto e soprattutto, per il tempo attuale che ci vede protagonisti, la riscoperta del tempo libero inteso non come spazio vuoto ma come spazio dell’anima, popolato da attività intellettuali, meditative e ricreative che per gli antichi romani rappresentavano un elemento fondamentale dello stile di vita e della tempra morale e che ad Ercolano trovano piena espressione nelle eccezionali testimonianze della Villa dei Papiri”. 

Il nuovo allestimento darà al visitatore la possibilità di sostare nell’area comodamente seduto su sdraio pieghevoli di un deciso colore rosso bordeaux che richiama idealmente quello dei melograni maturi. Adulti e bambini, potranno concedersi una pausa, durante la quale potranno leggere e consultare volumi in diverse lingue selezionati allo scopo.  

Lo spazio multifunzionale sarà animato con diversi allestimenti ed iniziative nel corso delle prossime settimaneL’accesso al Giardino della Casa del Rilievo di Telefo è inserito nel biglietto d’ingresso e negli stessi orari di visita del sito archeologico.  

Articoli collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici sui social

440FansMi piace
42FollowerSegui
10IscrittiIscriviti
- Advertisement -
  • PUNTO ZERO

Ultimi Articoli