asd

Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Napoli n. 1947/21

27.3 C
Napoli
giovedì 18 Luglio

Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Napoli n. 1947/21

  • PUNTO ZERO

Mercato illecito di abiti usati, sequestri a Chiaiano

Durante i controlli per il contrasto allo sversamento illecito dei rifiuti e per il monitoraggio del rischio incendi, grazie ad una segnalazione pervenuta presso l’Unità Tutela Ambientale, gli Agenti della Polizia Municipale di Napoli sono intervenuti nel quartiere Chiaiano in un complesso residenziale dove un settantanovenne napoletano stava utilizzando un garage, posto al piano seminterrato di un fabbricato di proprietà della sua famiglia, per accumulare grosse quantità di abiti usati, utilizzando anche un vialetto condominiale attiguo all’abitazione. 
Il mercato degli abiti usati è al centro delle attività di repressione dei reati ambientali e prevenzione del rischio incendio. Durante gli accertamenti effettuati Il conduttore dell’attività illecita è stato sorpreso a sistemare grossi sacchi di abiti all’interno del box e non è stato in grado di fornire alcun titolo autorizzativo rispetto alla provenienza ed il commercio dei capi d’abbigliamento che, considerato lo stato e le emissioni maleodoranti apparivano non igienizzati e non sanificati. 
Si è poi accertato che l’uomo, già noto alle forze dell’ordine con precedenti penali quali sfruttamento della prostituzione e furto in abitazione, illecitamente acquistava gli abiti da chi li preleva illecitamente dai contenitori di abiti usati sul territorio cittadino. 
Si è accertato, inoltre, che il mercato utilizzato dall’uomo per la vendita degli indumenti seguiva l’asse Italia/Ucraina e lo stesso ha giustificato l’enorme accumulo rinvenuto riferendo che le filiere internazionali di vendita degli indumenti sono ferme a causa della guerra. 
Il locale ispezionato, con una superficie di circa 100 mq, privo di punti di areazione e di dispositivi antincendio conteneva circa 200 metri cubi di rifiuti costituiti da abiti usati e dismessi. 
Gli Agenti hanno sottoposto a sequestro preventivo ex art. 321 c.p.p. il box e gli indumenti in esso rinvenuti deferendo all’A.G. il soggetto ex art 256 del Dlgs 152/2006 per l’accertata gestione illecita dei rifiuti.
E’ stato poi controllato un autoveicolo lancia y occultato da un telo nelle immediate vicinanze del box, con una targa appartenente ad una Daewoo di proprietà dell’indagato, non corrispondente al veicolo sul quale era apposta. Gli Agenti dall’analisi del telaio della lancia y hanno potuto accertare che il veicolo risultava essere oggetto di furto, hanno dunque sottoponsto a sequestro probatorio ex art. 354 c.p.p. il veicolo mettendolo a disposizione del legittimo proprietario  e deferito l’uomo per riciclaggio.

Articoli collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici sui social

440FansMi piace
42FollowerSegui
10IscrittiIscriviti
- Advertisement -
  • PUNTO ZERO

Ultimi Articoli