Reddito di cittadinanza, mozione in Consiglio regionale della Campania

0
31

“Ho presentato una mozione affinché possa essere inserita nell’odg del prossimo consiglio regionale, e con la massima urgenza, in cui ho chiesto di aiutare le famiglie in difficoltà con fondi regionali, diminuendo la discrepanza tra reddito precedente e reddito attuale, con l’obiettivo di riempire le crepe che il Governo nazionale ha creato, abbandonando il Reddito di cittadinanza che aveva comunque un’enorme importanza sociale – dichiara il Consigliere del gruppo Misto Maria Muscarà –. Ho chiesto in aggiunta di attivare un tavolo per promuovere un “piano straordinario per il lavoro”, coinvolgendo tutti gli enti necessari e competenti in merito, come gli enti di formazione accreditati, enti locali, al fine di creare quel tavolo di collaborazione tra tutte le realtà del territorio. Il Reddito di cittadinanza dava anche una maggiore capacità di acquisto alle persone, era economia reale non finanziaria, per questo importante anche per chi non lo percepiva in quanto vendeva prodotti e servizi, questo non si è mai capito. Ho deciso di appoggiare la petizione popolare presentata per istituire una Misura Integrativa Regionale (M.I.R.), contributo economico per le famiglie povere pensata come una forma di sostegno prima che “scoppi una bomba sociale”, specialmente nelle zone già più disagiate del Paese, come al Sud. Misure sociali come il Reddito di Cittadinanza non dovrebbero essere eliminate ma rafforzate come in altri Paesi, soprattutto in casi di forte crisi – continua il consigliere – per questo chiedo alla Regione, ente più vicino al popolo dopo i sindaci, di attutire le conseguenze che ci saranno di questo grave gesto”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui