Vuoi demolire un’auto ? Ecco come fare

Motortecno Autodemolizione punto di riferimento sul territorio 

0
11
Come ci si libera di un veicolo vecchio ? Come si rottama un auto ? Sono domande che ci si pone quando la vita tecnica di un qualunque veicolo volge al termine. Spesso può accadere di vedere auto e moto abbandonate per strada solo perché non ci si rivolge ai professionisti del settore. Una procedura, invece, che va fatta per non violare le legge ed inquinare l’ambiente.
Rispettare la legge, tutelare l’ambiente
Un autoveicolo che viene rottamato deve ottenere un documento necessario sia  per fare il cambio di assicurazione sulla nuova auto, sia per bloccare il pagamento della relativa tassa di possesso.
Spesso le auto non vengono abbandonate, ma affidate a sedicenti professionisti del settore o amici degli amici che emettono il documento dopo diverso tempo o potrebbero dimenticarsi di richiedere la cancellazione al PRA. Questo può determinare che dopo anni arrivano ulteriori tasse da pagare, perchè l’auto, pur se rottamata, risulta ancora circolante, magari a causa di una semplice omissione o disinteressamento da parte del vecchio proprietario.
 
Motortecno struttura di eccellenza
In tal senso, una struttura di eccellenza, quando si parla di rottamazione, é Motortecno Autodemolizione, realtà qualificata che garantisce oltre alla demolizione del veicolo anche il rilascio di tutti i documenti tecnici previsti dalla normativa vigente. Motortecno Autodemolizione rottama automobili, furgoni, veicooi industriali, moto in tutta la Campania (Napoli, Caserta, Avellino, Salerno, Benevento). L’azienda offre una serie di servizi e di garanzie alla propria clientela, come il ritiro a domicilio del veicolo.
Ogni mezzo, anche un auto o una moto, secondo le normative in vigore, è un bene mobile con un intestatario. Se il proprietario non effettua una corretta procedura di rottamazione ogni responsabilità resta a suo carico, a cominciare dalle tasse che gravano sul bene stesso.
Documenti necessari e procedure di demolizione
Il primo documento necessario alla rottamazione é la Carta di circolazione, o libretto, che contiene tutte le informazioni tecniche ed amministrative del veicolo, comprese le revisioni effettuate nel tempo, i dati del proprietario, le omologazioni e l’idoneità alla circolazione. Altro documento importante è il certificato di proprietà, che attesta il possesso del veicolo e tutti i passaggi di proprietà eventualmente effettuati. Fino al 2015 questo certificato aveva solo una versione cartacea. Per tutte le operazioni effettuate dopo il 2015 il certificato di proprietà è diventato elettronico e non è più necessario consegnarlo al demolitore. In aggiunta, una norma entrata in vigore il primo gennaio del 2020, ha unificato il certificato di proprietà ed il libretto di circolazione in un unico documento, denominato DU. In ultimo, per la demolizione, occorrono le targhe anteriori e posteriori del veicolo e la copia del documento di identità o della patente dell’intestatario del veicolo e della tessera sanitaria. Completate le procedure relative ai documenti da consegnare, il demolitore rilascia il certificato di rottamazione e dopo circa 15 giorni è possibile scaricare dal sito della pubblica amministrazione il certificato di radiazione dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico). È possibile scaricare sul sito www.motortecno.it, alla sezione radiazioni PRA, la radiazione del proprio veicolo.
Affidarsi sempre ai professionisti 
Affidarsi ad un rottamatore professionale è indispensabile se si vuole essere certi che tutta la procedura venga effettuata rispettando la legge e l’ambiente. Una volta preso in carico il veicolo, Motortecno rilascia il certificato di rottamazione, documento che esonera il proprietario da ogni responsabilità civile, penale ed amministrativa e che può essere consegnato alle assicurazioni per effettuare la voltura della polizza della responsabilità civile. Motortecno Autodemolizione vanta 40 anni di esperienza e professionalità e garantisce un servizio di assistenza completo per rispondere ad ogni necessità (rapidità nel rilascio dei documenti, rispetto dell’ambiente, delle norme di smaltimento, riconoscimento di un premio in denaro, (se il veicolo viene consegnato in sede e completo di tutte le sue parti). Questo premio può essere riconosciuto anche in caso di ritiro a domicilio gratuito, se le condizioni logistiche, di mercato e del veicolo lo consentono, previo accordo con operatore prima di organizzare il ritiro, che provvederà a confermare via Whatsapp o via mail (Il premio viene sempre erogato al momento del ritiro e non vengono riconsciuti ulteriori premi successivamente).
Casi particolari di rottamazione 
Quando occorrono degli imprevisti o inconvenienti (vedi lo smarrimento dei documenti, della targa o un fermo amministrativo del veicolo da rottamare) sono previste specifiche procedure tecniche. Nel caso dello smarrimento della targa o dei documenti è possibile procedere con la rottamazione dell’auto, ma è necessario presentare la denuncia in originale presentata agli organi di pubblica sicurezza. Nel caso in cui il veicolo sia sottoposto a fermo amministrativo è possibile procedere alla rottamazione solamente in due casi: pagando il fermo pendente sul veicolo o se quest’ultimo, previa autorizzazione delle autorità competenti, risulta essere un evidente pericolo ambientale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui