78° Anniversario Battaglia Scafati, definito il programma della cerimonia

0
27

E’ stato definito il programma della cerimonia di commemorazione del 78esimo Anniversario del “28 settembre 1943-Battaglia e Liberazione di Scafati” che si svolgerà domenica 3 ottobre, a partire dalle ore 9.00, in esecuzione dell’atto di indirizzo approvato dalla Giunta comunale con delibera n. 88 del 23 settembre 2021. Il Sindaco Cristoforo Salvati ha voluto che quest’anno fossero coinvolte anche le scuole del territorio. Con una nota del 23 settembre scorso il primo cittadino ha, infatti, invitato i dirigenti scolastici a proporre momenti di riflessione e di confronto in classe sul significato della giornata del 28 settembre, data in cui si ricorda la liberazione della città di Scafati dall’occupazione nazi-fascista, garantendo la presenza di una delegazione di studenti alla cerimonia commemorativa del 3 ottobre. Di seguito il programma della cerimonia:
Domenica 3 ottobre 2021 – ore 9.00
• 9.00 Esecuzione Inni a cura della Banda musicale con il seguente itinerario: via Diaz – corso Nazionale – piazza V. Veneto – Municipio
• 9.30 Raduno presso la Casa Comunale
• 10.00 Corteo con la Banda, alzabandiera e deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti in piazza Garibaldi
• 10.15 Corteo e deposizione corona d’alloro alla Lapide commemorativa presso il ponte sul Sarno
• 10.25 Corteo e deposizione corone ai monumenti commemorativi del Gen. Forrester e dei corrispondenti di guerra Austin, Sale e Munday in piazza V. Veneto
• 10.30 Interventi di saluto delle Autorità presso la Casa Comunale
• 10.30 Breve concerto della Banda davanti al Municipio
“Per non dimenticare – ha spiegato il Sindaco Salvati (nella foto)– il sacrificio dei nostri valorosi concittadini che, con grande coraggio, contribuirono alla liberazione di Scafati, in ausilio alle truppe inglesi, che facevano parte dello schieramento alleato. E’ importante mantenere vivo il ricordo di quel sacrificio, di quella giornata, di quella battaglia per l’esempio di coraggio, di spirito di sacrificio e di alto senso del dovere offerto da tutti coloro che furono coinvolti nel combattimento, senza distinzione di grado e di origine. Ci auguriamo che alla cerimonia siano presenti anche gli studenti delle nostre scuole. Credo sia importante costruire un percorso di condivisione della memoria, in particolar modo tra i giovani, affinché conoscano la storia della nostra città ed imparino a comprendere il significato più profondo di quel sacrificio”.

Seguici anche su Twitter, Facebook, InstagramYoutube!

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui