Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Napoli n. 1947/21

32.7 C
Napoli
sabato 13 Luglio

Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Napoli n. 1947/21

  • PUNTO ZERO

Pomigliano D’Arco: linee programmatiche per innovazioni al Comune

L’Amministrazione Comunale ha presentato le sue Linee programmatiche di mandato, delineando una visione chiara e strategica per il futuro della città. Questo documento, letto dal Sindaco Raffaele Russo nel corso della odierna seduta del Consiglio Comunale è ispirato alle esigenze dei cittadini, sottolinea l’importanza della solidarietà, della giustizia sociale e della parità di trattamento è stato approvato a maggioranza dal civico consesso. L’obiettivo principale dell’Amministrazione Russo è creare una Pomigliano d’Arco avanzata, creativa e accogliente, che risponda ai bisogni attuali e anticipi quelli futuri. Si punta a promuovere la cultura, con un’attenzione particolare alla promozione della lettura tra i giovani e alla valorizzazione del patrimonio culturale locale. L’Amministrazione, inoltre, si impegna inoltre a fornire supporto ai giovani nella ricerca del lavoro e nella formazione, e a garantire servizi innovativi attraverso politiche di bilancio efficaci. Il Comune intende riformare profondamente la macchina amministrativa, combinando nuove assunzioni con la razionalizzazione dei servizi. Si punta a una digitalizzazione avanzata per migliorare l’efficienza e la comunicazione con i cittadini. È in vista l’approvazione del Piano integrato di attività ed organizzazione, che guiderà le assunzioni e le politiche di formazione. Si prevede anche una revisione dei regolamenti interni in linea con le recenti riforme normative. Per il commercio, l’obiettivo è rinvigorire l’economia locale, creando il Distretto Urbano del Commercio di Pomigliano e promuovendo eventi culturali e commerciali. Si punta anche all’aggiornamento delle normative per gli insediamenti commerciali e all’ampliamento della Zona Economica Speciale. L’Amministrazione si impegna a collegare le industrie con il mondo del lavoro, creando uno ‘Spazio Lavoro’ per analizzare le esigenze del mercato del lavoro e formare figure professionali in linea con le necessità locali. Sul fronte dei lavori pubblici, sono previste opere per migliorare la mobilità, il decoro urbano e l’efficienza energetica degli edifici scolastici. Si prevede anche un investimento significativo in opere pubbliche, con particolare attenzione al PNRR. L’Amministrazione mira a valorizzare il patrimonio comunale, promuovendo l’uso sociale degli immobili e migliorando i parchi e gli impianti sportivi per la comunità. Con la Fondazione Pomigliano Infanzia mira a combattere la povertà educativa e sostenere le famiglie. L’asilo nido della Masseria Guadagni sarà reso stabile e parte della Fondazione. Gli edifici scolastici hanno beneficiato di fondi PNRR e si prevedono ulteriori risorse per la riqualificazione. L’obiettivo è contrastare la dispersione scolastica e garantire la continuità educativa fino alla scuola primaria. Con la Fondazione Officina della cultura di Pomigliano d’Arco promuoverà la storia, l’arte e la cultura locale. Si punta a stipulare una convenzione con l’Ente per la gestione dei servizi. Con l’Associazione Pomigliano Danza si mira a valorizzare la danza locale offrendo percorsi di alta qualità. Le politiche delle pari opportunità mirano a sostenere le persone contro la discriminazione, in particolare le donne. Si punta a promuovere progetti per eliminare pregiudizi e stereotipi. Le attività dell’Ufficio Legale continueranno come in passato, ma con l’obiettivo di ridurre il contenzioso. Si prevede la selezione di avvocati e la nomina di un consulente tecnico. L’Amministrazione punta a potenziare la Polizia Locale, ottimizzando i carichi di lavoro e riorganizzando le pattuglie. Si prevedono misure come il progetto “Pomigliano decoro e sicurezza” e l’implementazione di nuove tecnologie. La questione ambientale è centrale. Si punta a gestire i rifiuti, promuovere la sostenibilità e valorizzare il territorio. Si prevedono iniziative come il compostaggio domestico, la raccolta differenziata e la promozione di una città “green”. Le politiche sociali mirano a supportare minori a rischio e le loro famiglie, combattere la violenza di genere e promuovere l’inclusione sociale. Si prevedono azioni come il potenziamento del centro di aggregazione giovanile, il supporto alle vittime di violenza e progetti per persone con disabilità. Infine, la formazione è vista come essenziale per rispondere alle esigenze sociali e occupazionali, con una particolare attenzione alle categorie vulnerabili. «Affronto questo incarico – ha spiegato il Sindaco di Pomigliano d’Arco, Raffaele Russo – con qualche anno in più ma anche con più amore ed entusiasmo. Oggi sono convinto di poter essere utile ancora al mio paese e di non deludere le aspettative delle 11 formazioni che mi hanno indicato e gli oltre 15.000 cittadini che mi hanno scelto».  «Voglio ancora una volta ringraziare i cittadini – ha concluso palesemente emozionato il Sindaco – che mi hanno permesso di vivere una bella avventura durata 50 anni.  Non sempre li avrò soddisfatti ma loro sanno che io ho lavorato nell’esclusivo interesse di una città che mi ha dato i natali e mi ha allevato con tanto affetto che spero di avere in parte restituito».

Articoli collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici sui social

440FansMi piace
42FollowerSegui
10IscrittiIscriviti
- Advertisement -
  • PUNTO ZERO

Ultimi Articoli