Bourelly: tuteleremo nostri operatori, pronti a denunciare illeciti 

0
225
In merito al servizio di trasporto secondario dell’Asl Napoli 3 Sud,  l’amministratore di Bourelly Group, dottor Guido Bourelly, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Quando si intendono erogare servizi essenziali mettendoli a gara  pubblica , dunque rivolgendosi al libero mercato della concorrenza, data la delicatezza degli interessi pubblici da tutelare, occorre il massimo rigore anche nella individuazione dei soggetti ai quali viene affidato l’espletamento del servizio.
Tutto questo almeno per due motivi: 1) I finanziamenti del PNRR previsti dall’Europa hanno un solo macro obiettivo: quello di creare sviluppo sui territori svantaggiati, cosa che può fare solo il sistema produttivo industriale rappresentato da impresa e lavoratori che producono e creano ricchezza; 2) Spesso le Odv cui si affidano i servizi rispettano solo formalmente i requisiti previsti dalla normativa del terzo settore, beneficiando degli effetti sostanziali, anche e soprattutto in termini economici che ne derivano.
Tale meccanismo finisce per danneggiare i lavoratori stessi (spesso non adeguatamente retributi per quantità e qualità del lavoro prestato) ma soprattutto i cittadini, che ricevono servizi pessimi quando si fanno offerte pubbliche col massimo ribasso e si vuole risparmiare su lavoro e professionalità.
Continueremo a portare avanti la nostra battaglia di libera impresa che rispetta le leggi e opera in un regime di libero mercato e lo faremo in tutte le sedi istituzionali e politiche. Un soggetto imprenditoriale ed economico, che garantisce dei servizi e legittimamente persegue il proprio obiettivo di efficienza e profitto, agisce in maniera libera e trasparente e crea produttività e lavoro: questo si scontra spesso con realtà che operano in maniera diametralmente opposta.
In queste ore ci giungono diverse segnalazioni dal territorio e terremo altissima la guardia fornendo ogni supporto e assistenza a coloro che dovessero essere vittime di comportamenti illegittimi e illegali. Tuteleremo i nostri lavoratori e i nostri professionisti in ogni sede. Nessuno sarà lasciato solo. Mi auguro che le voci che circolano da giorni di lavoratori tenuti sotto pressione per essere indotti a dimettersi siano destituite di ogni fondamento. Siamo pronti a denunciare tempestivamente ogni episodio si dovesse verificare in tal senso”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui