Lavoratori Whirlpool, la Regione in campo

0
27

Continua l’impegno nel sostenere il processo di reindustrializzazione e la ricollocazione dei lavoratori di Whirlpool. Un verbale di preintesa è stato siglato insieme al Mise, Prefettura, Comune di Napoli e Whirlpool, finalizzato al rilancio dell’azione delle istituzioni per la ricerca di una soluzione definitiva per la complessa vicenda. Si conferma l’impegno di ciascuno dei soggetti istituzionali, per la parte di propria competenza, per garantire la prosecuzione dei percorsi già avviati come: la presa in carico e la profilatura quali-quantitativamente prevista dal nuovo programma nazionale per le politiche attive – GOL, propedeutica alla individualizzazione di adeguati strumenti di reinserimento lavorativo; la tutela delle unicità del bacino occupazionale; la disponibilità di Whirlpool a cedere ad un soggetto pubblico-privato l’opificio industriale di via Argine vincolandone la destinazione alla reindustrializzazione finalizzata alla ricollocazione degli ex lavoratori Whirlpool. Il verbale di impegno delle istituzioni è stato presentato oggi in un confronto con le organizzazioni sindacali, alle quali, in attesa dell’insediamento del nuovo Governo, sono state ribadite le intenzioni in esso contenute ed è stato registrato, altresì, la disponibilità del Commissario di Governo per le ZES della Regione Campania ad acquisire l’immobile di via Argine in presenza di idonee condizioni normative.

Gli assessori Filippelli e Marchiello hanno assicurato al Commissario la massima collaborazione della Regione in particolare nella definizione delle opportune integrazioni del piano strategico esprimendo una cauta soddisfazione perla importanza dell’impegno assunto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui