Napulitanata: Showcase di Pasquale Cirillo per presentazione cd Intrecci

0
10

Il 19 Maggio alle ore 19 presso la libreria The Spark sarà presentato Intrecci, l’album del pianista Pasquale Cirillo, progetto di piano solo in cui le canzoni napoletane dialogano con la musica classica. Già disponibile nel formato cd e su tutte le piattaforme di streaming musicale, il disco vede protagonista assoluto il pianoforte. “Ho realizzato questo disco unendo la mia formazione di matrice classica con la mia passione per i suoni di Napoli” ha spiegato Pasquale Cirillo. Come rivela l’emblematico titolo, il disco intreccia brani napoletani con composizioni di musica colta e non solo, individuando originali elementi di connessione sia in termini armonici e melodici che in termini ritmici. Scorrendo la tracklist, si scopre così che Santa Lucia di Cottrau si fonde con Clair de lune di Debussy così come il pianismo romantico di Chopin incontra sia le note di ‘O paese d’ ‘o sole che quelle di Si tengo a tte, una perla del repertorio di Sergio Bruni. Anche Bach ricorre due volte nel disco ed entrambe le volte Pasquale Cirillo lo mette in relazione a Renato Carosone. Nel primo caso, è ‘O sole mio lo spunto per l’originale crossover: il capolavoro di Eduardo Di Capua prende forma nel Preludio in sol maggiore, BWV1007 per poi evolversi nella versione rag-time che ne diede Carosone. Nel secondo caso, la celeberrima Toccata e fuga in Re minore BWV 565 è l’insospettabile conclusione di Pianofortissimo. Rimangono in ambito classico anche Scalinatella, impreziosita con il Rondò alla turca di Mozart, e Donna Cuncetta di Pino Daniele, riletta insieme con il Bolero di Ravel. Dal canto suo, invece, la contaminazione tra canzone napoletana e jazz trova felice sintesi nel mash-up tra Scetate e Take five. Le voci di Gianni Lamagna e Roberto Colella sono le eccezioni di un album pensato come un progetto di piano solo. A loro il compito di punteggiare il mix di Fenesta vascia con la rielaborazione che ne fece Listz e quello di Senza giacca e cravatta di Nino D’Angelo con River flows in You di Yiruma. La scaletta di Intrecci si completa con l’omonimo brano, un inedito firmato dallo stesso Pasquale Cirillo che lascia intravedere l’evoluzione del suo percorso musicale. Oltre a testimoniare un felice debutto discografico, l’album rappresenta una ulteriore declinazione dell’esperienza artistica portata avanti dalla sala concerto Napulitanata, di cui Cirillo è co-fondatore insieme a Mimmo Matania. Il disco, dunque, è l’ideale estensione di un percorso musicale che attraversa l’intera storia della canzone napoletana, dalle sue prime forme espressive fino ai repertori contemporanei di Pino Daniele e Nino D’Angelo. L’album Intrecci si avvale del sostegno della Fondazione Bideri nell’ambito del progetto Napoli, città canora.
Alla presentazione interverranno oltre a Cirillo e Matania, Gianni Lamagna ed Eva Sansanelli, nipote del Maestro Sergio Bruni, moderati da Ida Di Martino.

BIO PASQUALE CIRILLO
Fin da piccolo intraprende lo studio del pianoforte presso il Conservatorio di Napoli San Pietro a Majella e parallelamente si forma con il M° Vittorio Garofalo grazie al quale comincia ad approcciarsi alla musica teatrale e a muovere i primi passi verso la carriera da solista. Nel 2017 fonda Napulitanata, insieme a Mimmo Matania, l’unica sala da concerto a Napoli dove cittadini napoletani e turisti possono entrare in contatto con il patrimonio musicale napoletano. È con Napulitanata che Pasquale Cirillo porta la Canzone Napoletana in giro per il mondo, da solista e in Ensemble, fino in Giappone nell’agosto 2019, dove si esibisce presso il Mitaka City Arts Center. Nell’aprile 2022 pubblica il suo primo lavoro discografico, “Intrecci”, in cui declina la sua formazione classica insieme al lavoro di valorizzazione e divulgazione del patrimonio musicale napoletano.

 

 

Seguici anche su Facebook, Twitter, InstagramYoutube!

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui