MV Marine, nuovo brevetto. Per una navigazione più sicura

0
14

Navigare su un letto di molle: è lo slogan che accompagna l’ultimo brevetto, del cantiere nautico MV Marine, azienda con sede a Nola leader nella realizzazione di gommoni. Un progetto realizzato in sinergia con l’Università Federico II e con il CNR di Napoli. Si tratta di un brevetto unico al mondo, studiato per ridurre le sollecitazioni del mare e migliorare il confort di bordo: progetto innovativo che MV Marine ha adottato sulla serie Mito, cambiando in modo radicale la costruzione dei propri battelli. L’obiettivo è progettare e realizzare carene e coperta in full-sandwich autoportanti, senza la necessità del classico telaio di irrigidimento e collegate tra loro da giunti elastici. Per rendere l’idea, possiamo dire che la coperta poggia su un letto di molle, la cui funzione è quella di assorbire gli urti in navigazione, garantendo un maggiore comfort, come avviene per gli ammortizzatori nelle auto. “Siamo molto soddisfatti del lavoro prodotto – afferma l’ingegnere Vincenzo Nappo, patron di MV Marine – frutto di un lungo e accurato progetto portato avanti con la collaborazione della Federico II. Si tratta di un’innovazione che, siamo certi, aprirà un nuovo fronte nella realizzazione dei battelli di tutto il mondo”. MV Marine è un cantiere innovativo è all’avanguardia nel settore, per la costruzione dei gommoni, utilizza la tecnica del full-sandwich, inserendo tra le due pelli in vetroresina un core in Pvc espanso ad alta densità. Tutto va poi posto a secco nello stampo e infuso sotto vuoto. Questa metodologia consente di avere manufatti leggeri, ma allo stesso tempo rigidi e molto resistenti. Si tratta di una tecnica che deriva dal settore aereo spaziale, dove leggerezza e alte resistenze sono fondamentali. Nel test di crash eseguito su un elemento della carena del Mito 31, simulando un impatto accidentale, si osserva che il core in Pvc espanso funge da ammortizzatore, assorbendo l’urto evitando che possa rompersi la pelle interna. La MV marine va oltre, si pone un ulteriore obiettivo, ridurre le sollecitazioni del moto ondoso e migliorare il confort di bordo,  brevettando un nuovo metodo costruttivo, dallo slogan navigare su un letto di molle.

 

Seguici anche su Facebook, Twitter, InstagramYoutube!

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui