Festa della Mozzarella, bilancio positivo

0
15
Il Sindaco di Cancello Arnone Raffaele Ambrosca, attraverso la sua pagina Facebook, è intervenuto per fare un bilancio sulla recente Festa della Mozzarella. La fascia tricolore spiega: “Cari concittadini, desidero esprimere il mio sincero apprezzamento per la compostezza, la responsabilità e il senso civico manifestati a fronte  dei disagi patiti in questa due giorni dedicata alla celebratissima e indiscussa regina delle tavole, la nostra mozzarella. Una festa organizzata e realizzata dal Comune e dalla Pro loco, che, senza impegnare grossi paroloni, si è accreditata come una delle migliori edizioni di sempre. Sono orgogliosamente fiero di ringraziare coloro che hanno creduto nella importanza della manifestazione. In primis i caseifici che nonostante il periodo fitto di impegni e la penuria di latte, non  hanno mancato di onorare l’appuntamento sacrale a supporto e promozione del loro stesso lavoro. Ad essi abbiamo voluto riservare una particolare attenzione nel confezionare materiale promozionale che sarà loro recapitato non appena i tecnici ne completeranno i contenuti.
Non cito, per evitare dimenticanze, tutti i partecipanti, a vario titolo, alla straordinaria kermesse. Ma, consentitemi di ringraziare, dal profondo del cuore, tutti quanti hanno contribuito alla riuscita di questo magnifico evento: Forze dell’ordine, Polizia Municipale, Protezione Civile comunale e tutti coloro che hanno speso una parte del loro tempo per contribuire a scrivere nel novero delle feste piu’ attese in provincia di Caserta, la 44^ edizione della celeberrima Festa della mozzarella di Cancello ed Arnone. Nondimeno, avverto, forte, l’esigenza di ringraziare le Autorità civili, militari e religiose, che ci hanno onorati con la loro presenza, oltre che la fiumana di visitatori, che, composti e sbigottiti, nei due giorni, si sono avvicendati nella nostra splendida, accogliente  e apprezzata cittadina”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui