Palma Campania, Sindaco Donnarumma: “bonifiche e sicurezza, avanti tutta”

Le parole del primo cittadino tra traguardi conquistati e nuovi ambiziosi obiettivi da raggiungere

0
397
Eletto a giugno del 2018, con il 56% dei consensi, il Sindaco di Palma Campania (Comune di circa 16mila abitanti), Nello Donnarumma , è oggi a metà percorso del suo mandato politico ed amministrativo.
Palma Campania è nell’entroterra ad est di Napoli, vicino sia all’area nolana che ai territori della provincia di Avellino. È un Comune dalle grandi potenzialità e con vocazioni specifiche da valorizzare. Un esempio su tutti: il Carnevale Palmese, evento da sempre di grande richiamo sul territorio, oltre che elemento caratterizzante dell’identità locale, che esprime il forte senso di appartenenza della Comunità.
Da tempo l’amministrazione comunale lavora alla realizzazione del Museo del Carnevale ed in tal senso il Sindaco, poche settimane fa, ha fatto stipulare al Comune un accordo strategico con le Ferrovie dello Stato: questo sia per il recupero della stazione ferroviaria sia per la realizzazione concreta del progetto museale. L’idea-forza è creare il nuovo biglietto da visita per chi entra in città. Il Museo del Carnevale darà il benvenuto a coloro che arriveranno a Palma Campania.
Sindaco, oltre all’ambizioso progetto del Museo del Carnevale, quali sono gli altri traguardi raggiunti? 
Il Museo del Carnevale è un progetto importante, che valorizza una delle nostre tradizioni più significative, ma la mia amministrazione ha lavorato su vari fronti, sin dal suo insediamento. Penso alla nuova sede della guardia medica, ai bandi per valorizzare e finanziare le nuove attività commerciali e quelle che promuovo i prodotti tipici dell’enogastronomia, alla viabilità con nuove aree di parcheggio, agli straordinari risultati della raccolta differenziata, giunta all’80% grazie alla preziosa collaborazione dei cittadini. Voglio inoltre ricordare che da qualche giorno Palma Campania ospita un hub per i vaccini, in una struttura individuata in via Novesche e che fino a poco fa è stata sede di un altro centro vaccinale per il personale scolastico.
Ambiente, messa in sicurezza del territorio, nuovo stadio e realizzazione dell’asilo nido comunale: a che punto siamo e quali sono gli obiettivi da raggiungere?
Sull’ambiente siamo in prima linea. Partiamo, come dicevo, da ottimi dati raggiunti di raccolta differenziata, ma possiamo crescere ancora, grazie anche al nuovo calendario di ritiro dei rifiuti. Allo stesso tempo, è ormai in fase avanzata l’iter per la bonifica delle discariche Pirucchi e Iovino e dell’area del Pip Novesche dove si trova il fluff di frantumazione dei veicoli. Per la messa in sicurezza del territorio vorrei citare gli importanti interventi di completamento fognario nell’ottica di contrastare il problema degli allagamenti, ma anche la manutenzione stradale, con interventi straordinari che termineranno entro il 2021, l’implementazione del sistema di videosorveglianza diffusa. L’asilo nido sarà pronto entro settembre, mentre per lo stadio comunale abbiamo ricevuto un finanziamento di 1 milione dal credito sportivo per il rifacimento del manto erboso.
Quali saranno le priorità per la seconda metà del suo mandato?
 Sono davvero pochi i punti residui del programma elettorale che contiamo di portare a termine per la fine del mandato. Abbiamo, certamente, alcune priorità: per esempio, il contrasto determinato dell’immigrazione incontrollata sul territorio. Su questo fronte già abbiamo fatto tanto, attraverso serie verifiche e interventi contro il sovraffollamento abitativo, con un nuovo regolamento di rilascio di idoneità alloggiativa. Abbiamo, inoltre, avviato una integrazione delle minoranze extracomunitarie presenti sul territorio nell’ottica di informali ai principi igienico sanitari vigenti nella Comunità europea. Contiamo, poi, di risolvere, dopo decenni, il problema degli allagamenti: abbiamo già ottenuto significativi riscontri a riguardo e siamo molto fiduciosi di risolvere tutto prima della fine del mandato. Voglio, inoltre, citare il progetto del Parco avventura nella zona Castello/Tribucchi, un progetto ambizioso che sicuramente intraprenderemo con successo nei prossimi due anni, il maneggio sempre nella stessa zona, il completamento della pavimentazione del borgo castello, il progetto di un’arena per eventi a Castello. La seconda parte del mandato sarà caratterizzata dalla crescita sociale, culturale ed economica della città.

Seguici anche su Twitter, Facebook e Youtube!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui