Ambulanza danneggiata, la denuncia degli operatori

0
411

“Vergogna gli angeli del soccorso vanno a soccorrere le persone malate e il parassita di turno sarà contento per quello che ha fatto”. Lo scrive su Facebook Lorenzo Bourelly, papà del titolare dell’omonimo gruppo di imprese specializzate nel soccorso e nell’assistenza 118. Una delle ambulanze della Bourelly è stata danneggiata, presumibilmente colpita da una pietra o comunque da un oggetto scagliato sul parabrezza anteriore del mezzo. Come si vede nella foto il mezzo è stato colpito con danni evidenti. Non è la prima volta che sul territorio della Campania, operatori del soccorso e personale medico e paramedico delle ambulanze denuncia aggressioni e violenze.

Guido Bourelly, amministratore del gruppo e Presidente della Piccola Industria Napoli, aggiunge: “Continuano purtroppo gli episodi ai danni di operatori che svolgono un pubblico servizio. Occorre necessariamente un cambio di passo normativo: il personale sanitario e chi svolge attività assistenza 118 e di emergenza va riconosciuto come operatore di servizio di pubblica utilità. Il tema cruciale, ben al di là dei danni ai mezzi, è che con questi atti di teppismo ed aggressione si interrompe un pubblico servizio, un aspetto gravissimo di questi episodi che si verificano da anni sul territorio”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui