I giovani cineasti del Liceo “De Chirico” raccontano Torre Annunziata

0
50

Un documentario per ripercorrere la Torre Annunziata di un tempo. E’ il soggetto del progetto cinematografico a cui stanno lavorando gli alunni del Liceo Artistico “G. De Chirico” di Torre Annunziata. Il progetto è stato selezionato per il bando “Visioni Fuori Luogo” indetto dal Ministero della Cultura e dal Ministero della Pubblica Istruzione. L’ideazione e progettazione della proposta formativa è stata sviluppata dai registi e sceneggiatori dell’APS Open Mind di Castellammare di Stabia, partner del progetto, ed è stata scelta tra centinaia di candidature arrivate al Mic di via del Collegio Romano. Gli studenti del De Chirico saranno chiamati a realizzare un documentario, guidati sul campo da esperti esterni, partecipando attivamente non solo alle riprese video, ma anche elaborando il soggetto, la sceneggiatura, la fotografia e le riprese. Un percorso formativo di 32 incontri per un totale di 140 ore tra laboratorio e attività di riprese. A guidare i ragazzi nelle attività le registe Federica Bruschi e Francesca Fiorillo, coordinate da Viviana Sacco per conto della Open Mind, APS specializzata nella realizzazione di attività culturali e progetti audiovisivi e guidata da Sergio Panariello e Luca Zingone. “Dal laboratorio di scrittura a quello di organizzazione e pre produzione, per terminare con le riprese, gli studenti saranno i protagonisti del progetto cinematografico – spiegano le coordinatrici delle attività – Il lavoro sul campo consentirà agli studenti di conoscere e apprendere le nozioni principali del linguaggio audiovisivo come forma artistica. Dall’apprendimento degli elementi visivi, ai movimenti della camera, inquadrature e composizione, il percorso formativo è molto complesso e laborioso. Durante le riprese, completate nei giorni scorsi, gli studenti hanno appreso la conoscenza degli elementi base di un set, l’utilizzo del ciak e del bollettino di edizione e tutti i passaggi da fare prima dell’azione”. “L’industria cinematografica campana è in forte sviluppo, le produzioni sul territorio sono in continuo aumento e la domanda di professionisti nei vari reparti è ogni giorno più urgente – dichiara il produttore della Open Mind Luca Zingone – è per questo motivo che questo progetto risponde pienamente alle esigenze del mercato del lavoro ed offre concrete opportunità di inserimento professionale agli studenti partecipanti, oltre che un’opportunità per questi ultimi di inseguire il sogno di lavorare nel mondo del cinema”. “La selezione del nostro progetto è la dimostrazione del fatto che il nostro Liceo sia diventato un punto di riferimento non solo nella nostra città ma in tutta l’area per la formazione audiovisiva – spiega la dirigente scolastica Rosalba Robello – La sezione cinema del nostro liceo attrae sempre più ragazzi e ragazze non solo dell’hinterland vesuviano, ma dell’intera provincia sud di Napoli”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui