In Campania aiuti a 1600 famiglie con minori

0
16

Un contributo regionale di 800mila euro per sostenere 1.600 famiglie campane in un percorso di assistenza psicologica rivolto a minori dai 3 ai 18 anni non compiuti. Questo il risultato dell’intesa tra Regione Campania e Ordine degli Psicologi della Campania, presentato oggi nel corso di un’iniziativa che si è tenuta nella sala Nassirya del palazzo del Consiglio regionale, organizzata da Bruna Fiola, presidente della VI commissione consiliare Politiche sociali della Regione Campania. Il via libera alla misura è stato possibile grazie all’approvazione dell’emendamento presentato dalla consigliera Fiola al collegato alla Legge di stabilità 2021. L’obiettivo è quello di affrontare le conseguenze della delicata fase post-Covid. Per la prima volta l’Ordine campano riceverà dalla Regione un contributo di 800mila euro, per il supporto a bambini e adolescenti, in collaborazione con i pediatri di libera scelta e i medici di medicina generale. Le famiglie con svantaggio socioeconomico potranno accedere a un ‘voucher’ per un massimo di 10 incontri con uno psicologo e avranno la possibilità di scegliere liberamente il professionista da una short list già disponibile sul sito dell’Ordine (www.oprc.it). “È una giornata importante – afferma Fiola – la Regione Campania è l’unica che ha attivato questo tipo di iniziativa con un intervento che ho presentato a giugno dello scorso anno e che finalmente parte con l’attivazione del protocollo tra Regione e Ordine degli Psicologi. È una misura a ‘burocrazia zero’, in quanto le famiglie potranno rivolgersi direttamente al loro pediatra di libera scelta o dal medico di medicina generale e saranno questi ultimi ad attivare la misura. Niente domande, niente attese, niente documentazione da preparare, solo il consiglio e il supporto del proprio medico. È la prima volta che la Regione stanzia questi fondi, 800mila euro di risorse proprie, dando a un ente terzo come l’Ordine degli Psicologi la possibilità di gestirli, proprio per creare meno problemi alle famiglie”. “E’ una misura concreta e immediatamente spendibile a favore dell’infanzia e delle famiglie in condizioni di svantaggio socioeconomico con all’interno del nucleo familiare minori tra i 3 e i 18 anni non compiuti – sottolinea il presidente dell’Ordine degli Psicologi, Armando Cozzuto – Il contributo è immediatamente spendibile, basta recarsi dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta e chiedere di poter essere inserito all’interno di questa piattaforma che è stata interamente realizzata dall’Ordine degli Psicologi della Campania. Ci sono al momento 1.034 psicologi che hanno aderito al protocollo e che potranno prendere in carico il paziente. Sarà il paziente stesso o la famiglia a scegliere liberamente lo psicologo a cui riferirsi. Con questa misura vogliamo aiutare le fasce sensibili della popolazione, come i ragazzi, gli adolescenti e le famiglie, che necessitano di un sostegno soprattutto dopo il Covid e dopo tutte le limitazioni forzate e l’assenza di spazi relazionali e sociali fondamentali per il benessere psicofisico dei nostri ragazzi”. Sono intervenuti il deputato e vicepresidente della commissione bicamerale Infanzia e Adolescenza, Paolo Siani; la dirigente provinciale Fimmg, Pina Tommasielli; il segretario provinciale della Fimp Benevento, Vincenzo Caruso; il segretario regionale dell’Acp Campania, Daniele De Brasi; il segretario della Sip Campania, Massimo Ummarino; il segretario provinciale della Cipe Napoli, Michele Saviano.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui