Sorridere con denti sani per tutta la vita Giornata nazionale dell’Igienista dentale

0
32

Oggi è  la Giornata nazionale degli Igienisti dentali: professionisti sanitari, dotati di competenze specifiche, rivestono un ruolo cruciale nell’accompagnare le persone lungo il percorso di salute del cavo orale per tutta la vita e sono centrali nella vita degli anziani per garantire la masticazione e una corretta igiene orale ed è fondamentale prestare attenzione a questi aspetti sin dalla gravidanza. La letteratura scientifica ha dimostrato che i primi 1000 giorni di vita sono fondamentali per preparare il futuro di salute per la popolazione. In tal senso, l’Igienista dentalemotiva la donna in gravidanza a intraprendere corretti stili di vita e in ambito di salute orale, e condiziona positivamente le traiettorie di formazione del microbiomaoraleinfantile.  «L’Igienista dentale assiste le persone, sia all’interno di servizi pubblici che presso studi privati – avverte Franco Ascolese presidente dell’Ordine delle 18 professioni sanitarie tecniche della riabilitazione e prevenzione di Napoli avellino, benevento e Caserta –  e si occupa di intercettare gli indici di rischio associati alle patologie dento-parodontali con la salute sistemica: patologie cardiovascolari, diabete, obesità, stress, alterazioni del sistemaendocrinoe molto altro ancora hanno a chef are con la sfera di interesse professionale degli igienisti dentali. Questo avviene alla luce delle più recenti evidenze scientifiche e delle Linee guida del Ministero della salute. Una professione , quella dell’Igienista dentale,votata alla protezione e alla tutela della salute psico-fisica dei cittadini, attraverso l’implementazione di trattamenti terapeutici di igiene orale domiciliare o professionale,al fine di prevenire l’insorgenza di problematiche orali e promuovere una vita sana. Prerogative professionali svolte in autonomia richiamate da Ascolese anche al recente convegno in Aula magna a Napoli al policlinico Federico II davanti a circa 200 igienisti e odontoiatri e alla presenza del presidente del Corso di studi universitari in Igiene Dentale, ordinari della facoltà e presidenza della scuola di medicina e chirurgia maria Triassi rappresentanti istituzionali dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Napoli e provincia in occasione del convegno internazionale sulla nuove linee guida per la terapia delle malattie parodontali e peimplantari che si è concluso nei giorni scorsi a Napoli. «Con medici e Odontoiatri vogliamo stabilire una collaborazione e un’alleanza per evitare che ci siano derive al contenzioso – avverte Ascolese – come quelle che a Messina hanno portato in tribunale la questione dell’autonomia dell’igienista dentale nella esecuzione delle sue attività, poi pienamente riconosciuta dai giudici. Dobbiamo evitare contrapposizioni e lavorare invece insieme per adefinire ruoli e competenze in sinergia in un’ottica di vantaggio per i pazienti e per i professionisti. L’autonomia è una questione che è stata riconosciuta dalla legge istitutiva dell’Ordine delle 18 professioni e che offre garanzie soprattutto or ache le cure di prossimità in amnbito sociosanitario  assumono un valore centrale per la sostenibilità del Sistema sanitario nazionale». Un messaggio quello lanciato da Ascolese recepito dalle istituzioni presenti, visti i numerosi attestati di stima: «Tutti aspetti su cui da anni ci battiamo – aggiunge Fabio Rutigliani, igienista dentale e presidnete della Commissioni d’Albo delle Ordine delle 18 professioni guidate da Ascolese – che, come sappiamo, riguardano non soltanto gli Igienisti dentali ma tutte le professioni sanitarie».  Ascolese ha auspicato un dialogo ed una sinergia tra professioni sanitarie e medici e odontoriatri Appello non solo accolto ma seguito da invito a discuterne intorno ad un tavolo tecnico interprofessionale quanto prima. Sul territorio l’Igienista dentalesvolge un ruolo cruciale, promuovendo campagne di sensibilizzazione verso corretti stili di vita di igiene orale, per tutte le fasce d’età, dall’infanzia all’adolescenza, dall’età adulta alla terza età. Queste iniziative mirano a personalizzare gli stili di vita per garantire un sorriso sano e brillante, unendo così salute e bellezza dentale. Le più recenti scoperte scientifiche hanno ribadito l’importanza della prevenzione in ambito odontoiatrico per ridurre i costi della sanità pubblica. La Commissione di albo nazionale degliIgienisti dentali è da sempre impegnata, affinché ci si attivi per rendere questa professione sempre più a portata del cittadino,  incentivando l’inserimento massivo della figura professionale nel SSN: «Oggi è necessario promuovere la prevenzione primaria tra la popolazione in buona salute, questo ci aiuterà a ridurre la necessità di costose e invasive terapie riabilitative domani» ha sottolineato la Presidentedella Commissione di albo nazionale Caterina Di Marco. L’Igienista dentaleo ltre a valutare l’indice di rischio delle patologie del cavo orale, carie, gengivite, parodontite, è attenta sentinella nell’intercettare lesioni potenzialmente maligne. Dedica protocolli operativi per la cura della salute orale delle persone special needs, collaboranti, non collaboranti e sensoriali, per migliorare la loro vita di relazione, attraverso un bel sorriso sano, a supporto del delicato lavoro dei caregivers. Dopo la laurea, gli Igienisti dentali possono continuare il loro percorso di crescita culturaleattraverso la laurea magistrale, master e corsi di alta formazione. Per esercitare la professione di Igienista dentaleè fondamentale essere regolarmente iscritti  all’albo professionale di riferimento, che afferisce all’Ordine TSRM e PSTRP. Questa iscrizione costituisce un requisito essenziale per garantire che gli Igienisti dentali operino in conformità con gli standard professionali. Diverse le piazze coinvolte sul territorio nazionale: il 7 ottobre, appuntamento a Torino presso il Centro commerciale Lingotto e a Siena in piazza Rosselli. L’8 ottobre è invece la volta di Valdobbiadene, in provincia di Treviso, in piazza Marconi, di Lamezia Terme in corso Nicotera, di Bari presso il Parco 2 Giugno e di Roma in piazza del Popolo. Il 14 ottobre toccherà a Milano in via Piccinni, angolo corso Buenos Aires, e a Pordenone in piazza San Marco. Il 15 ottobre stand verranno allestiti a Salerno sul Lungomare Trieste, a Potenza in via Pretoria e a Lecce in piazza Sant’Oronzo. Chiuderà Trento il 28 ottobre in via Oriola. Gli Igienisti dentali AIDI, in queste date, saranno a disposizione della cittadinanza per consigliare strumenti e tecniche ad hoc per un’igiene orale adeguata ad ogni fascia d’età e attenta alle differenti condizioni di salute. “Ma quest’anno – afferma Antonella Abbinante, presidente AIDI – vogliamo andare oltre il sorriso e spiegare quanto sia importante prevenire le patologie del cavo orale in ogni fase della vita. Un tema questo che è al centro di un progetto che riguarda in particolare le donne in gravidanza e le neomamme. Nel corso della Giornata nazionale vogliamo sottolineare lo stretto legame tra la salute orale della donna in dolce attesa e quella del suo bambino. Una maggiore cultura su questa delicata tematica e piccoli accorgimenti possono fare la differenza per la salute del sorriso dei nostri figli durante le diverse e delicate fasi della crescita”.

Il progetto

La Giornata nazionale dell’Igienista dentale rappresenterà anche il momento di avvio di un progetto speciale e l’inizio di un percorso di divulgazione scientifica per il cittadino e di formazione specialistica per l’Igienista dentale su un aspetto che va valorizzato: “Il controllo delle malattie orali, nei primi 1000 giorni, dal concepimento ai due anni di vita del bambino – continua la Abbinante – migliora la qualità di vita della donna e favorisce il mantenimento della salute orale del nascituro anche da adulto. Numerose sono del resto le prove scientifiche che confermano la correlazione tra infezioni gengivali e parto prematuro, basso peso alla nascita, aborto spontaneo e gestosi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui