Calcio femminile, i risultati delle campane

0
24

POMIGLIANO WOMEN
Non riesce al Pomigliano l’impresa contro la Fiorentina e le granata cadono nuovamente fra le mura amiche: è la quarta sconfitta interna consecutiva.
È immediatamente graziata la squadra di Contreras, con Boquete che fallisce dagli 11 metri dopo un fallo di mano di Caiazzo. La squadra di De La Fuente continua però a spingere e trova il vantaggio al 17′: Catena calcia, Buhigas devia sulla traversa ma la palla ritorna in campo e viene ribattuta in rete di testa dalla stessa Catena. Il match continua a senso unico, fatta eccezione per due guizzi di Martinez e Ippolito che si perdono in un nulla di fatto. Il raddoppio della Fiorentina arriva al 43′, quando Buhigas respinge un insidioso tiro di Lundin e Boquete raccoglie e insacca.
Ad inizio ripresa il Pomigliano spreca l’occasione per riaprire la partita: incursione a sinistra di Szymanowski, fondo campo e scarico centrale per una liberissima Ippolito che davanti alla porta calcia incredibilmente fuori. Proprio quando il Pomigliano ci crede di più, costruendo in maniera interessante con Nambi, Martinez e Ippolito, arriva il tris viola con una ripartenza di Catena che serve Longo: la numero 7 spiazza Buhigas e conclude sul secondo palo. Il poker arriva poco più di dieci minuti dopo grazie ad Hammarlund, subentrata a Lundin. Fatale un’incertezza di Novellino. Il Pomigliano prova a concludere dignitosamente il match e prima ci prova con la solita Martinez, poi sfiora la rete con un calcio di punizione di Rabot e un colpo di testa di Caiazzo che si infrange all’incrocio dei pali. Dal successivo calcio d’angolo arriva il fallo di Toniolo su Apicella e il rigore trasformato da Ippolito a smuovere il tabellino. Non cambia però molto per le pantere, ferme ancora ad 1 punto e appaiate al Sassuolo. Un calendario difficile non ha aiutato il Pomigliano nel suo inizio di stagione e quanto di buono visto ci si augura possa dare i suoi frutti contro squadre maggiormente alla portata delle campane.

NAPOLI FEMMINILE
Nessun alibi per il Napoli, che esce sconfitto in casa contro la Sampdoria, diretta concorrente per la salvezza. Le blucerchiate passano subito in vantaggio (6′) con il gol di De Rita, dopo una respinta di Bacic. Il raddoppio arriva al 19′ ad opera di Giordano, frutto di un orrore difensivo azzurro. La retroguardia del Napoli spesso durante la partita si troverà in difficoltà, correndo pericoli causati dalle numerose indecisioni. Nella seconda frazione, gli ingressi di Gallazzi, Kajzba e Friedrichs non cambiano il copione. È Corelli che in più occasioni prova ad impensierire Tampieri, prima al 27′, con il portiere blucerchiato che salva in corner, poi nuovamente sul finale, con la palla fuori di pochi centimetri. Al triplice fischio è però 2-0 per la Samp. La squadra di Seno resta ferma a 0 punti, fanalino di coda della serie A. Una prestazione deludente che rappresenta un grande passo indietro rispetto alla vittoria in Coppa Italia contro il Como e preoccupa non poco: è il sintomo che qualcosa non va.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui