Mercoledì 2 giugno al “Maradona”, la Partita per Save the Children

In campo la sfida “Napoli Vs Resto d‟Italia”, per celebrare il 50esimo anniversario della Nazionale di calcio Attori

0
192
Partita Save The Children
locandina

Inizia il countdown per “La Partita”, l’evento di calcio, spettacolo e solidarietà che andrà in onda mercoledì 2 Giugno alle ore 21.25 su Rai 2, e vedrà in campo la sfida “Napoli Vs Resto d‟Italia”, per celebrare il 50esimo anniversario della Nazionale di calcio Attori, con una raccolta fondi solidale a favore di Save the Children, l‟Organizzazione internazionale che da oltre 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro.

A condurre l‟evento sarà Fabrizio Rocca, affiancato da due “bordocampiste” d‟eccezione come Veronica Maya e Sofia Bruscoli. Madrine dell’evento sono Anna Falchi e Manuela Arcuri. Tantissimi i nomi dei protagonisti che interverranno tra attori, cantanti, calciatori (del presente e del passato), che saranno svelati durante le settimane che anticipano la serata.

Olivio Lozzi racconta: “Festeggiamo i 50 anni della Nazionale Attori, in ricordo di quel 1971, dove insieme con Pierpaolo Pasolini e Ninetto Davoli abbiamo costituito per la prima volta in Italia un’associazione sportiva con finalità benefiche. A tutt’oggi, la Nazionale Attori con i vari ‘Derby del Cuore’, le partite ‘Italia Vs Resto del Mondo’ ed altre iniziative, abbiamo raccolto e distribuito oltre 65 milioni di euro. Abbiamo anche aiutato direttamente persone e bambini in viaggi della speranza (tutti riusciti) e quindi, mi sembra opportuno ricordare in questo importante anniversario tutto ciò, sottolineando anche una cosa: la Nazionale Attori non termina con il 50esimo, ma continuerà ad andare avanti con iniziative, continuando a ringraziare tutti i grandi personaggi del passato, del presente e anche quelli del futuro, che si avvicinano a noi per l’attività sportiva, ma sempre finalizzata agli aiuti umanitari”.

Dal suo canto, Giuseppe Angioletti aggiunge: “Il 25 novembre 2020 ci ha lasciato un grande simbolo sportivo di Napoli come Diego Armando Maradona, ed essendo stato intitolato a lui lo stadio dopo soli 9 giorni dalla sua scomparsa, ad oggi, dopo sette mesi circa, ci sembrava giusto ricordare in una notte di spettacolo e sport ‘questo campione nel suo Stadio’, proprio come segno di riconoscimento calcistico di questa città, che merita eventi di questa caratura”.

La Partita promuoverà – tramite sms o chiamata da rete fissa al 45533 – i progetti volti a garantire a tantissimi bimbi nel mondo educazione, cibo e cure. A causa della pandemia, infatti, circa 10 milioni di minori a livello globale, rischiano di non fare mai più ritorno a scuola, in particolare i più vulnerabili, come le bambine, i minori con disabilità, i rifugiati e i bambini che vivono in aree di conflitto. Per molti di loro, non andare a scuola significa anche non poter beneficiare dell‟unico pasto completo al giorno e di essere esposti al rischio di abusi e sfruttamento. L’evento organizzato da Olivio Lozzi e Giuseppe Angioletti ha come sottotitolo “Una notte per Diego” in ricordo del calciatore, al quale sarà fatto anche un omaggio dai presenti, prima del calcio di inizio.

Daniela Fatarella, Direttrice Generale di Save the Children, che commenta: “Da oltre un anno i bambini di tutto il modo stanno subendo le conseguenze della pandemia, che ha avuto effetti devastanti sulla loro vita. Stiamo assistendo alla più grande emergenza educativa della storia, che ha ampliato il divario tra i Paesi e all’interno dei paesi stessi, tra le famiglie più ricche e quelle più povere, tra i bambini che vivono nelle aree urbane e quelle rurali, tra i rifugiati e le comunità ospitanti. Occorre intervenire in modo strutturato affinché non siano i più piccoli a pagare il prezzo più alto. Siamo pertanto grati ad un evento come questo che intende sensibilizzare il pubblico e dare un contributo concreto a favore di tanti bambini”.
Nel corso della conferenza stampa è stata anche presentata, dal fondatore Mauro Atturo, HuVa Project. Il primo osservatorio e piattaforma digitale sullo Human Value e sul welfare aziendale. Atturo ispirato dalle parole dell‟imprenditore Adriano Olivetti nel suo libro “Ai lavoratori”, per il quale “il posto di lavoro è uno strumento di riscatto e non un congegno di sofferenza,” ha realizzato questa nuova realtà, proponendo una discussione seria e di cambiamento sul concetto di lavoro, diritti e welfare”.Durante la partita verrà consegnato al capitano della Nazionale Attori il primo “Hall of Fame” di HuVa. Riconoscimento questo dedicato alle personalità più rilevanti e che si sono distinte nel campo dello Human Value.

La regia dell’evento televisivo è a cura di Eric Valsecchi, la direzione artistica è di Stefano Orosei.

Dai un’occhiata al nostro articolo precedente!

Seguici anche su Twitter, Facebook e Youtube!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui