Incendio tossico al campo rom di Barra, periferia est di Napoli

0
281

Si ripete, con drammatica puntualità, il rogo tossico nel campo rom di Barra, periferia orientale di Napoli. Come accade spesso nei mesi estivi, anche quest’anno gli insediamenti dei Rom sono al centro di incendi probabilmente dolosi allo scopo di smaltire rifiuti. Protestano i residenti come sempre costretti a fare i conti con diossina e inquinamento.

Proprio per queste settimane, il Comune di Napoli, aveva programmato una prima bonifica della zona: da programma occorre iniziare con lo smaltimento dei rifiuti speciali, impegnando almeno 1 milione di euro. Nella seconda fase si intende procedere con lo smaltimento di tutti i rifiuti, ma qua l’intervento comporta una spesa di circa 5 milioni. Da anni bonifica i residenti del quartiere, in particolare di via Mastellone attendono un intervento strutturale delle Istituzioni, al fine di scongiurare definitivamente smaltimenti illeciti e roghi tossici, due elementi fortemente inquinanti per il territorio e l’ambiente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui