Il sacerdote-influencer veneto e anti-napoletano: neoborbonici scrivono alla Diocesi

0
222

Dopo la diffusione di un video che in queste ore sta diventando virale, il Movimento Neoborbonico ha inviato una pec con una richiesta di chiarimenti di intervento alla Diocesi di Verona. Questo il testo:
“Gentili responsabili della Diocesi di Verona,
come rappresentanti di un’associazione culturale molto attiva e seguita a Napoli, vi segnaliamo quanto segue. Un sacerdote della Vostra Diocesi ha pubblicato sui social un video che sta (purtroppo) diventando virale. Nel video esprime la sua amarezza per l’uso del napoletano al festival di Sanremo e parla, senza alcun elemento, di interventi della camorra nell’attribuzione dei voti in un sistema che definisce “schifosissimo”. Al di là della opportunità, da parte di un sacerdote, di intervenire su questi temi, si evidenzia un comportamento che potrebbe essere oggetto di reati penali: diffamazione per il cantante in oggetto e istigazione all’odio razziale in quanto quelle parole, così cariche di generalizzazioni e luoghi comuni, offendono l’intera popolazione napoletana. Solo a titolo di cronaca si evidenzia che il cantante in oggetto (Geolier) ha un seguito di diversi milioni di persone in Italia ed in Europa. Potrebbe essere opportuno un Vostro intervento a tutela della Diocesi e dei rapporti di pace e serenità che dovrebbero contraddistinguere le regioni italiane. Cortesi saluti”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui