Ospedale Battipaglia, interviene Picarone

0
18

Dichiarazione dell’On. Franco Picarone, Presidente Commissione Bilancio Regione Campania: “L’ospedale di Battipaglia è un successo indiscutibile della Regione Campania. Fanno sorridere i tentativi di chi, dalla maggioranza di governo, tenta di intestarsene i meriti. Un iter lungo, proposto e seguito con attenzione dalla Giunta regionale del Presidente Vincenzo De Luca.
La realizzazione del nuovo Ospedale di Battipaglia infatti è finanziata con fondi del cd. ex art. 20 della legge n. 67/88. Questa previsione normativa, ormai più che trentennale, consente di programmare interventi importanti in materia di ristrutturazione edilizia e di ammodernamento tecnologico del patrimonio sanitario pubblico. E lo fa su impulso della Regione, non di certo del Governo. Un intervento mai realizzato da altre amministrazioni precedenti che, insieme a tanti altri, è stato previsto dalla strategia d’intervento delineata dalla Giunta regionale, e che, per la programmazione 2021/2027, prerogativa della Regione, concorre agli obiettivi di sviluppo integrato della Campania.
Basti pensare che la scelte delle strutture da realizzare o da ammodernare sono una decisione di programmazione che compete in via esclusiva alla Regione, non di certo al Governo, che dà solo il nulla osta per la prosecuzione. La Delibera di Giunta che programma gli interventi, e che ricomprende l’ospedale di Battipaglia, è infatti di giugno 2023 (la numero 367). Il Governo ci ha impiegato ben otto mesi per concedere il nulla osta per spenderli, quei fondi. Vale anche per le altre Strutture ospedaliere della provincia di Salerno. L’Ospedale Maria Santissima Addolorata di Eboli, ad esempio, dove sono stati destinati più di 22 milioni di euro, oppure l’Ospedale “Mauro Scarlato” di Scafati, dov’è stata programmata una spesa di 4,5 milioni di euro e un finanziamento aggiuntivo di circa 11 milioni di euro o ancora quello di Polla, per 5 milioni di Euro. Sono solo esempi di interventi attesi da 30 anni, programmati e attivati finalmente dall’Amministrazione De Luca grazie all’uscita dal commissariamento della sanità regionale. Un suggerimento politico non richiesto: se il Governo ha bisogno di intestarsi successi di altri, può farlo anche con i Fondi di Sviluppo e Coesione. Se basta così poco per sbloccare l’immobilismo di Fratelli d’Italia… che si accomodino pure. L’importante è che consentano alla Campania di poter disporre, nell’interesse dei cittadini, di risorse che da troppo tempo tengono bloccate a Roma”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui