Riconversione ex tratta ferroviaria Gragnano-Castellammare di Stabia

0
17

Lo scorso 5 gennaio si sono poste le basi per dare attuazione a quella che l’Amministrazione Comunale di Gragnano ritiene l’occasione di una vera 𝗿𝗶𝗴𝗲𝗻𝗲𝗿𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝘂𝗿𝗯𝗮𝗻𝗮 per il proprio territorio rappresentata dalla riconversione della linea ferroviaria Gragnano – Castellammare in un 𝘀𝗶𝘀𝘁𝗲𝗺𝗮 𝘁𝗿𝗮𝗻𝘃𝗶𝗮𝗿𝗶𝗼 “𝗹𝗲𝗴𝗴𝗲𝗿𝗼” 𝗱𝗶 𝗰𝗼𝗹𝗹𝗲𝗴𝗮𝗺𝗲𝗻𝘁𝗼 𝘁𝗿𝗮 𝗹𝗮 𝗖𝗮𝗽𝗶𝘁𝗮𝗹𝗲 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗣𝗮𝘀𝘁𝗮 𝗲 𝗹𝗮 𝗖𝗶𝘁𝘁a’  𝗱𝗲𝗹𝗹𝗲 𝗔𝗰𝗾𝘂𝗲 𝗰𝗼𝗻 𝗶𝗻𝘁𝗲𝗿𝘀𝗰𝗮𝗺𝗯𝗶𝗼 𝗰𝗼𝗻 𝗹𝗮 𝗹𝗶𝗻𝗲𝗮 𝗘𝗔𝗩 𝗡𝗮𝗽𝗼𝗹𝗶 – 𝗦𝗼𝗿𝗿𝗲𝗻𝘁𝗼. Nella riunione convocata dal Presidente di EAV Umberto De Gregorio, alla presenza del Presidente della Commissione Regionale Trasporti on. Luca Cascone, del Responsabile della Direzione Territoriale Commerciale Tirrenica Centro Sud di RFI ing. Pier Paolo Olla, del Direttore Produzione Servizio Ferroviario di EAV ing. Mario D’Avino, anche ideatore del progetto, nonché del sottoscritto si è deciso di aderire al Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS) “Vesuvio – Pompei – Napoli”, promosso dal Ministro per il Sud, Mara Carfagna. In accordo con EAV la proposta progettuale per l’ammissione al finanziamento sarà presentata entro il 15 gennaio 2022 dal Comune di Gragnano che, quale Amministrazione Responsabile e soggetto capofila dei comuni limitrofi ed EAV, si candida a svolgere il ruolo di stazione appaltante. Il progetto interesserà anche comuni come Castellammare di Stabia e Torre Annunziata con i quali sarà indispensabile intraprendere una collaborazione sinergica. RFI si è resa disponibile a valutare i termini per la cessione della tratta. Il Progetto vale circa 33 milioni di euro e prevede 4 nuove fermate.

Dai un’occhiata al nostro articolo precedente!

Seguici anche su Twitter, Facebook, Instagram e Youtube!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui