Castellammare di Stabia: laboratorio politico col primo scontro tra Pd e Deluchiani ?

0
355

Mancano pochi mesi al ritorno alle urne a Castellammare di Stabia, uno dei centri più importanti dell’area metropolitana di Napoli: nel 2024 si tornerà al voto per le comunali, dopo due anni di commissariamento dell’amministrazione locale.
A febbraio 2022, infatti, il Comune fu sciolto per infiltrazioni della criminalità organizzata.
Laboratorio politico
La città, adesso, può rappresentare un nuovo laboratorio politico. Dopo la pubblicazione del libro “Nonostante il PD”, a cura del Governatore Vincenzo De Luca, molti territori sono in fibrillazione in vista dei prossimi scontri elettorali. E lo storico ex centro operaio stabiese, dalla grande tradizione sindacalizzata e di sinistra, potrebbe mettere alla prova delle urne il primo grande scontro tra i fedelissimi del Presidente della Regione e i Democrat, con i vertici nazionali del partito ormai in rotta di collisione con De Luca.
Il governatore, pubblicamente nelle scorse settimane e poi nel libro edito da Piemme, non fa mistero dell’acredine verso i vertici PD, sui quali ormai sforna continui strali polemici. La segretaria Elly Schlein non è che la punta dell’iceberg di questa accesa dialettica.
 
Pd-De Luca,  scontro aperto
Quelli del governatore sono attacchi dai quali sarà difficile rientrare e che esploderanno, probabilmente, dopo il voto alle elezioni europee di maggio 2024. Ovviamente, nel lungo periodo, lo scontro tra De Luca e il PD riguarda non certo i Comuni al voto, ma il terzo mandato a governatore della Campania. Una opzione che molti nel PD vogliono impedire facendo addirittura leva su una presunta ineleggibilità fissata dalla legge. Il governatore, da parte sua, tira dritto e senza indugi: a questo punto non è da escludere che avalli, se non solleciti addirittura, che sui territori chiamati alle elezioni si possa mettere in moto una potente macchina di amici e riferimenti politici. Ovviamente lo si farebbe con cartelli elettorali civici, radicati sui territori e autonomisti: in pratica con tutti ma anche contro tutti, a partire dal PD. In tal senso giova ricordare che ci sono precedenti illustri e politicamente rilevanti. De Luca nella sua lunga carriera di amministratore locale è stato eletto quattro volte Sindaco di Salerno, mai col sostegno diretto del partito di riferimento (Pci, Pds, Ds, Pd) e sempre con alleanze civiche.
Uno scenario sulle prossime regionali non è oggi all’ordine del giorno, ma quattro precedenti così significativi avranno un peso specifico nel 2025. E con un eventuale e positivo test elettorale nei comuni al voto a breve non si potrà fare a meno di questa ipotesi.
La situazione in città
Intanto a Castellammare di Stabia, il PD, sulla carta, avrebbe i favori del pronostico, visto che lo scioglimento del Comune nel 2022 ha colpito un’amministrazione di centrodestra. Da più parti si ragiona sull’ipotesi del Campo Largo, anche larghissimo. Quindi, in primis, accordo con il M5S e possibile cartello elettorale con diverse altre liste civiche.
Un primo paletto però nelle scorse ore è arrivato dai pentastellati, coinvolti già in polemiche interne e quindi difficilmente, per ora, capaci di creare coalizioni più o meno ampie con altri. Il nodo peraltro riguarda la possibile candidatura a sindaco di Roberto Elefante, Presidente del direttivo democrat a Castellammare di Stabia. Il dialogo Pd/5Stelle, almeno per ora, è tutto in salita. Intanto, a muoversi nelle scorse ore sono stati anche altri fronti, a cominciare da quello ‘deluchiano’, che nella zona stabiese vanta molti fedelissimi. Uno dei riferimenti potrebbe rivelarsi il dirigente ASL Antonio Coppola, che qualcuno vorrebbe far scendere in campo alla guida della città stabiese, magari alla testa di un raggruppamento rigorosamente civico. In tal senso, il diretto interessato ha già pubblicamente smentito la sua candidatura. Ciò non toglie che possa avere, sul territorio stabiese, un ruolo da protagonista nella costruzione di nuove alleanze.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui