Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Napoli n. 1947/21

15 C
Napoli
lunedì 28 Novembre

Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Napoli n. 1947/21

Museo del Motore, migliore vivibilità, lotta al traffico: ecco le sfide per Pomigliano d’Arco

Eletto sindaco ad ottobre 2020 con il 61% dei voti, Gianluca Del Mastro (nella foto) guida attualmente l’importante realtà comunale di Pomigliano d’Arco, una città dalle grandi tradizioni industriali ed un territorio strategico per l’area metropolitana di Napoli. Con la fascia tricolore approfondiamo alcuni temi inerenti il governo cittadino e le priorità politiche ed amministrative. Da sempre legata all’industria della meccanica e del motore, Pomigliano d’Arco è oggi anche un polo attrattativo, per giovani e meno giovani, che la visitano per raggiungere i numerosi locali legati al settore del food and beverage che si sono sviluppati nel perimetro comunale, divenendo nel tempo riferimento di migliaia di persone. “Una delle nostre priorità sulla città – spiega il Sindaco – è fronteggiare il traffico che sopratutto in alcuni giorni della settimana è particolarmente intenso. Questo perché il nostro territorio viene raggiunto da tantissime persone residenti in altri comuni. È un fatto sicuramente positivo per la nostra città, ma che va regolato e gestito al meglio, così da ridurre i disagi per i cittadini ed ottimizzare la presenza dei nostri visitatori“.

Sindaco qual è l’attuale situazione del bilancio comunale?

Proprio nei giorni scorsi in Consiglio comunale abbiamo approvato il bilancio di previsione: uno strumento fondamentale che ci permetterà di attivare tutte quelle voci di spesa per intervenire direttamente nella vita della Città e migliorare le condizioni di tutto il territorio. Viabilità, sicurezza, ambiente, scuola, cultura, macchina comunale, lavori pubblici, urbanistica, politiche sociali, pari opportunità e sport: ogni aspetto è stato contemplato nella consapevolezza che solo una visione di città innovativa e la capacità di affrontare tenacemente le sfide che ci pone il futuro possano generare il cambiamento che Pomigliano d’Arco da tanto attende”.

Lei guida l’amministrazione da meno di un anno. Quali sono i progetti che avete intrapreso per la comunità locale?

Siamo impegnati su più fronti, tenuto conto anche delle difficoltà oggettive determinate dalla crisi pandemica. Un importante risultato siamo riusciti a raggiungerlo , di recente, ottenendo un finanziamento regionale di 300mila euro per progettare il Museo del Motore. La fase di progettazione dovrà concludersi entro il 2021.
Successivamente, potremo avviare la fase attuativa ed abbiamo già verificato una positiva disponibilità dell’agenzia governativa Invitalia per sostenere il progetto il cui valore economico complessivo dovrebbe aggirarsi intorno ai 7 milioni di euro circa.
Puntiamo a creare un Museo di moderna concezione, dove si potranno scoprire reperti legati alla storia del motore ma anche vivere esperienze nuove ed emozionanti. Non dovrà essere solo un luogo della memoria, ma anche e soprattutto una realtà innovativa per conoscere Pomigliano d’Arco, scoprire le sue vocazioni, conoscere le sue peculiarità contemporanee. Immaginiamo ad esempio di creare un work festival legato alle attività museali così da realizzare una realtà dinamica e multifunzione”.

Qual è attualmente la condizione produttiva ed economica della città ? È molto cambiata rispetto agli anni scorsi e come può il Comune agire per difenderla e valorizzarla ?

Ritengo che le istituzioni pubbliche possano avere un ruolo importante sul fronte della internazionalizzazione delle aziende. In una realtà economica ormai globabizzata è assolutamente importante che un’impresa possa avere la capacità di internazionalizzare le proprie attività. In questo senso anche il Comune , come gli altri enti pubblici, può aiutare i processi di internazionalizzazione con iniziative istituzionali mirate e concrete“.

Veniamo al tema ambientale, uno dei più delicati per i nostri territori. Quale realtà c’è oggi a Pomigliano d’Arco?

La nostra città ospita ben 4 parchi pubblici e vanta una rete di piste ciclabili molto ampia e diffusa. Sono cose importanti che vogliamo potenziare ed ingrandire per migliorare la vivibilità sul territorio e puntare ad avere una città sempre più rispettosa dell’ambiente e della salute pubblica“.

Versante sport e strutture. Di recente la città ha registrato risultati importanti su alcune discipline?

Proprio nelle scorse settimane la nostra squadra di calcio femminile ha ottenuto la promozione in Serie A e quindi il prossimo anno vivremo un emozionante derby con il Napoli calcio femminile. Le ragazze hanno raggiunto un grande risultato di cui Pomigliano d’Arco deve essere orgogliosa.
Abbiamo poi altri fiori all’occhiello come il Palazzetto dello Sport che ha ospitato i campionati di aerobica e puntiamo a fare rinascere sport come il rugby che sul territorio hanno una tradizione importante“.

Dai un’occhiata alla nostra intervista precedente!

Seguici anche su Twitter, Facebook, InstagramYoutube!

 

 

Articoli collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici sui social

440FansMi piace
40FollowerSegui
9IscrittiIscriviti
- Advertisement -

Ultimi Articoli