Scafati, il Sindaco Salvati: lavoriamo per migliorare i servizi ai cittadini, assumeremo nuovo personale

L'annuncio del primo cittadino dopo l'approvazione del bilancio di previsione 2021/2023

0
545
Giunta comunale Scafati

Eletto nel 2019, con il 52% dei voti conquistati al ballottaggio, Cristoforo Salvati governa il Comune di Scafati da quasi due anni. 50mila abitanti, tra i Comuni più popolosi della provincia di Salerno, Scafati è una realtà importante della Campania. L’amministrazione Salvati è impegnata su più fronti, a partire dal risanamento del bilancio allo sviluppo economico, dalla tutela ambientale al piano scuola. Di questo Parliamo con il Sindaco, per approfondire i risultati raggiunti e conoscere i prossimi obiettivi dell’amministrazione.

Sindaco, nei giorni scorsi avete approvato il bilancio e prosegue la complessa opera di risanamento dei conti. Quali sono adesso le priorità del Comune ?

Con l’approvazione del documento unico di programmazione e del bilancio di previsione 2021-2023, avvenuto in Consiglio comunale nei giorni scorsi, possiamo avviare una nuova fase per la città. I provvedimenti di bilancio sono strumenti funzionali alla programmazione degli interventi ed ora possiamo trasformare in azione concreta il nostro programma.
In primis, attiveremo il piano delle assunzioni, cosí da colmare la carenza di personale comunale: in particolare procederemo ad assumere 46 nuove unità nel prossimo triennio. Abbiamo già avviato, ad inizio settimana, le procedure tecniche necessarie ed, intanto, stiamo procedendo all’assunzione di nuove figure professionali cosí come previsto nel piano del fabbisogno dello scorso anno [ 1) un istruttore direttivo amministrativo/avvocato, individuato tramite la procedura dello scorrimento di graduatoria di altro comune; 2) un istruttore direttivo tecnico individuato tramite procedura di mobilità obbligatoria, proveniente da altro comune; 3) un istruttore direttivo tecnico/settore Pip individuato tramite procedura ex art.110 comma 1].
L’assessore comunale al Personale , Nunzia Di Lallo, lavora senza sosta con i dipendenti degli uffici competenti perché la nostra priorità è attuare il necessario processo di ricambio del personale, cosí come da impegni assunti pubblicamente all’atto del nostro insediamento. Le nuove risorse umane che entreranno in organico saranno 46 e verranno assunte nel prossimo triennio. Per l’anno in corso assumeremo 32 nuovi dipendenti, considerando sia i contratti a tempo determinato che indeterminato.
L’attuale carenza di personale, sono circa 100 i dipendenti in servizio, non consente di lavorare al meglio e di garantire servizi adeguati ai cittadini. Bisogna però ricordare che abbiamo ereditato una situazione davvero difficile, soprattutto se si tiene conto dell’assetto contabile e finanziario del bilancio. Il Comune, infatti, è sottoposto ad un complesso e delicato piano di riequilibrio pluriennale ed anche questo è un fattore che influisce sulla nostra azione , politica e amministrativa.

Su quali progetti la sua amministrazione sta intercettando finanziamenti esterni alle risorse proprie del comune e quali investimenti avete avviato ed avvierete ?

Siamo attenti a reperire ogni possibile finanziamento esterno, vista la precaria situazione contabile dell’Ente. Di recente la Regione Campania ha ammesso a finanziamento il progetto definitivo-esecutivo per i lavori di realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria del piano per gli insediamenti produttivi (Pip) di via Sant’Antonio Abate (primo stralcio funzionale): l’importo delle opere è di circa sette milioni euro.
Questo progetto, predisposto dai tecnici del Settore ‘Lavori pubblici e Manutenzione’ ed inserito nell’elenco degli interventi finanziabili sulle risorse FSC 2014/2020, era stato approvato dalla nostra Giunta a gennaio scorso. Adesso, con l’ammissione al finanziamento avviamo l’iter tecnico per far partire i lavori.
Possiamo iniziare ad utilizzare i fondi della Regione, nelle more della firma del contratto con la ditta a cui saranno affidati i lavori: questo avverrà entro il 31 dicembre 2021.
Tutto questo è motivo di grande orgoglio per noi perché iniziamo a raccogliere i frutti del lavoro iniziato quasi due anni fa.
Ringrazio i tecnici del settore ‘Lavori pubblici e Manutenzione’, che hanno elaborato il progetto, in particolare il responsabile Erika Izzo ed il consigliere delegato al Pip Giovanni Bottone, che ha coordinato le fasi propedeutiche ala definizione del progetto.
Su un altro versante, poi, voglio sottolineare che nei giorni scorsi il Comune di Scafati ha ottenuto un finanziamento dal Ministero della Cultura, circa 200mila euro, da impiegare per il restauro di Villa Prete, uno dei principali siti culturali della città.
La nostra sfida, ora, sono i progetti PICS (Programmi Integrati Città Sostenibile) con cui vogliamo realizzare il Polo scolastico nell’area di via Oberdan. Questo è un progetto rimasto fermo per anni.

Questione ambientale, tema caldo per Scafati: quali novità ci sono sulla raccolta differenziata e sul piano per completare la rete fognaria locale e ammodernarla?
Nella nostra città abbiamo una percentuale di raccolta differenziata pari al 62%. Un dato che ci inorgoglisce e che rende merito ai nostri cittadini, la maggior parte dei quali rispetta le regole per il conferimento dei rifiuti. Su tale aspetto siamo inflessibili. Per tenere pulita la città e per non vanificare gli sforzi dei cittadini virtuosi vi è la necessità che tutti collaborano.
La lotta al “furbetto del sacchetto selvaggio” è una nostra priorità. Ho chiesto alla Polizia locale di intensificare i controlli e sanzionare chi non rispetta le regole. Nelle scorse settimane sono state scovate e sanzionate 15 persone grazie alla videosorveglianza comunale: erano intente a scaricare rifiuti di ogni genere.
Massima dunque é la nostra attenzione per l’ambiente.
Non a caso abbiamo a cuore la tutela del fiume Sarno, il più inquinato d’Europa. D’intesa con le forze dell’ordine e con la procura di Nocera Inferiore abbiamo avviato una battaglia contro chi inquina il fiume, ad iniziare dalle aziende conserviere, alcune delle quali scaricano direttamente i reflui industriali in acqua. Continueremo su tale strada !
Dobbiamo difendere ambiente e salute pubblica. Sulla rete fognaria infine: i lavori sono in corso. La nostra città è da mesi un cantiere aperto. La nostra speranza è che i lavori terminino a breve e che si possa finalmente avere, dopo anni di attese, una rete completa, funzionante ed efficiente.

Ultima domanda sul fronte scuola: quali i vostri impegni con i cittadini e quali gli obiettivi che vi prefissate?
Nel nostro programma c’è la riqualificazione degli edifici scolastici. Tanti sono gli interventi già messi in campo, dalla messa in sicurezza degli edifici alla manutenzione straordinaria degli stessi.
Qualche mese fa sono stati affidati i lavori per l’adeguamento sismico della scuola elementare di Mariconda. Si tratta della prima opera di questo genere per gli edifici scolastici di Scafati.
L’ intervento è stato finanziato con fondi intercettati durante il mandato della Commissione straordinaria, ma va rimarcato che i lavori non sarebbero mai iniziati , se i nostri dipendenti non avessero portato avanti le procedure necessarie ad affidare con celerità il cantiere alla all’azienda individuata con pubblico appalto.

Dai un’occhiata alla nostra intervista precedente!

Seguici anche su Twitter, Facebook e Youtube!

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui