A Pompei il Meeting internazionale della Società italiana di Flebolinfologia

0
20

Sabato 10 settembre 2022, a partire dalle ore 9, nella Sala congressi dell’Habitat79 hotel di Pompei (Na), si terrà l’evento internazionale “Young briefing”, meeting promosso dalla Società italiana di Flebolinfologia, presieduta dal dottor Maurizio Pagano, dirigente medico dell’ospedale di Pagani “Andrea Tortora” presso l’U.O.C. di Chirurgia Generale ed Oncologica diretta dal Prof. Massimiliano Fabozzi. Si tratta della tredicesima edizione del tradizionale congresso internazionale di Flebolinfologia organizzato dalla SIFL. Evento che ritorna in presenta dopo due anni di stop per l’emergenza sanitaria. A confronto specialisti del settore, professionisti esperti e tante giovani promesse della Flebologia e della Linfologia, provenienti da ogni parte del mondo, chiamati a discutere delle ultime novità in tema di chirurgia delle varici, ulcere, trombosi venosa e linfedema oncologico. Dopo due anni di stop per l’emergenza sanitaria da covid 19 – dichiara il Presidente della Società italiana di Flebo-linfologia (SIFL) Maurizio Pagano, promotore ed organizzatore dell’evento – riproponiamo il nostro Congresso in presenza. La chirurgia delle varici, le ulcere, la trombosi e il linfedema oncologico sono alcuni degli argomenti che ci prefiggeremo di approfondire. Daremo finalmente spazio ai giovani, che saranno protagonisti del Congresso, forti della loro esperienza acquisita sul campo. Per la prima volta estenderemo l’invito anche ai paesi del Sud America, pertanto il parterre dei relatori si arricchirà della presenza di tanti giovani professionisti provenienti non solo da ogni regione d’Italia ma anche da altri paesi del mondo. Ricominciamo dal futuro, ricominciamo dai giovani. Sarà l’occasione per confrontarci, per discutere, approfondire e programmare progettualità nuove, ripristinando entusiasmo, passione e curiosità nella flebo-linfologia”. Quale elemento di novità rispetto alle precedenti edizioni, quest’anno è prevista una tavola rotonda, che si terrà venerdì 9 settembre, dalle ore 15 alle ore 17, alla vigilia dell’avvio dei lavori congressuali, e sarà incentrata sull’importanza dell’attività sportiva nel post-operatorio per i pazienti oncologici, quale trattamento preventivo del linfedema oncologico. Interverranno, tra gli altri, Gaia Casati (Tennis in rosa A.S.D. onlus) e Veronica Carratù (Noi donne….soprattutto onlus). Intendiamo – spiega il dottor Paganoapprofondire tutti gli aspetti connessi all’attività sportiva quale strumento per il trattamento delle patologie venose e linfatiche, puntando a mettere in evidenza l’impatto dello sport quale strumento di salute, la sua incidenza nella fase di ripresa dei pazienti oncologici nel post-operatorio. Abbiamo avuto modo di riscontrare, ad esempio, che le donne reduci da interventi per tumori al seno presentano, nel post-operatorio, una limitazione della funzionalità del braccio, che predispone al linfedema oncologico e che può essere evitata ricorrendo prima ad una mirata fisioterapia e poi ad una idonea e costante attività sportiva che non riduca la funzionalità della spalla”. Il dottor Maurizio Pagano è responsabile dell’ambulatorio di Flebo-linfologia, prevenzione e cura del linfedema oncologico presso l’ospedale “A.Tortora” di Pagani, che vanta il primato per numero di interventi di chirurgia delle varici tra tutte le strutture pubbliche e private convenzionate dell’Asl Salerno.

 

Dai un’occhiata al nostro articolo precedente! 

Seguici anche su Facebook, Twitter, InstagramYoutube!

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui