Giornata di formazione con la DIA di Salerno

0
11

Dopo le giornate formative svolte a settembre dello scorso anno con il Comando provinciale dei Carabinieri, S.O.S. Antiracket Antiusura prosegue e consolida il Patto per la Legalità con le Forze dell’Ordine impegnate ogni giorno sui territori, grazie al seminario di oggi con la D.I.A. di Salerno. L’incontro rientra nelle attività di formazione che da anni l’Associazione promuove nelle scuole, nelle Università e con le Forze dell’Ordine. Ad introdurre i lavori il Capo Sezione D.I.A. Salerno Ten. Colonnello CC Enzo Ferrara, che ha fortemente voluto e condiviso l’iniziativa, seguito dall’intervento del Presidente di S.O.S. Antiracket Antiusura Tommaso Battaglini. L’evento ha costituito l’occasione per approfondire, con la trasversalità garantita dalle diverse professionalità coinvolte, tematiche vecchie e nuove legate ai fenomeni di usura e estorsione. Tra i vari argomenti si è discusso del ruolo delle associazioni antiracket e antiusura nella prevenzione e nel contrasto ai reati, delle modalità di approccio alla vittima di reato nel corso delle investigazioni, richiamando casi e questioni dell’attualità giuridica. Il seminario ha visto alternarsi i focus di Andrea R. Castaldo (Professore Ordinario di Diritto Penale Università degli Studi di Salerno, Avvocato), Antonio Picarella (Avvocato Penalista – Responsabile Ufficio Legale S.O.S. Antiracket Antiusura APS), Fabio Coppola (Avvocato Penalista – Presidente di Scuola Giuridica Salernitana), Paolo Landi (Psicologo e Psicoterapeuta), Arturo Denza (Dottore commercialista, esperto contabile SOS Antiracket Antiusura), Giovanbattista Greco (Avvocato Civilista – Professore incaricato Università̀ degli Studi di Salerno). «Le giornate di formazione con le Forze dell’Ordine rappresentano per la nostra Associazione un prezioso momento di confronto sui temi della lotta alla criminalità e al racket dell’usura e dell’estorsione. Queste iniziative ci rafforzano nella convinzione che sia necessario consolidare stabili interconnessioni tra attori istituzionali e delle società civile i quali, su piani diversi, dirigono le proprie azioni verso orizzonti comuni». Il numero di primo contatto dell’Associazione Antiracket Antiusura è il 379 137 66 28

 

 

Seguici anche su Facebook, Twitter, InstagramYoutube!

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui