Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Napoli n. 1947/21

26.1 C
Napoli
lunedì 08 Agosto

Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Napoli n. 1947/21

La città di Napoli in ricordo di Giuffre’, Necco, Bernardini e Stein

Importanti novità giungono dal Comune di Napoli, dove la commissione Toponomastica, quella addetta a regolare la denominazione di strade e piazze della città, ha assunto alcune significative decisioni.

Aldo Giuffre’ (nella foto) 
In primis, si è deciso di intitolare i gradini monumentali che collegano Via Francesco Paolo Michetti con Via Antonio Mancini, nel quartiere Vomero, ad Aldo Giuffre’. Sarà dunque “Scalinata Aldo Giuffrè” come riconoscimento all’ attore, regista, drammaturgo, doppiatore e scrittore partenopeo. Giuffre’ è stato uno dei migliori e più rappresentantivi interpreti dell’essere e della cultura napoletana.

Luigi Necco
Al giornalista Luigi Necco invece verrà dedicato uno spiazzo, quello precisamente che si unisce piazza Leonardo a via Girolamo Santacroce. La scelta di uno spazio dedicato a Luigi Necco nasce per ricordare la sua capacità di divulgatore non solo sportivo ma della cultura napoletana, amante della sua Napoli per la quale si è speso con passione civile.

Antonia Bernardini
Su proposta della Cooperativa Sociale Lazzarelle e dopo l’iniziativa “Una strada per Antonia”, la Commissione comunale ha deciso di commemorare, intitolazione una strada, Antonia Bernardini, donna morta dopo giorni di agonia nell’ospedale Cardarelli di Napoli per le gravi ustioni riportate su tutto il corpo. Le ustioni erano state causate dall’incendio del letto dov’era legata nel manicomio giudiziario di Pozzuoli. Nascerà quindi “Piazzale Antonia Bernardini”.

Edith Stein
L’ultima novità riguarda la Commissione Toponomastica della Municipalità ‘Miano, Secondigliano, San Pietro a Patierno’ che ha approvato la sostituzione di Piazza della Milizia con “Piazza Edith Stein”, santa e patrona d’Europa per volontà di Papa Giovanni Paolo II. Edith Stein, monaca cristiana, filosofa e mistica tedesca dell’Ordine delle Carmelitane Scalze, fu vittima della Shoah. Era ebrea convertita al cattolicesimo e fu arrestata dai nazisti e rinchiusa ad Auschwitz-Birkenau dove venne trucidata nel 1942.

Seguici anche su Twitter, Facebook e Youtube!

Articoli collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici sui social

440FansMi piace
37FollowerSegui
9IscrittiIscriviti
- Advertisement -

Ultimi Articoli