Terminate le riprese di “Dodici Repliche” di Gianfranco Gallo

Il racconto del passaggio da un’omosessualità vintage durante la quale per farsi accettare , si era costretti ad interpretare uno stereotipo che potesse essere gradito al costume di quel tempo, fino alla conquista dei diritti del movimento LGBT

0
129
Dodici repliche gianfranco gallo

“Quattro settimane da raccontare!” ha detto Gianfranco Gallo, al termine delle riprese del film “Dodici Repliche” che lo hanno visto nella triplice veste di sceneggiatore, regista, protagonista; “quattro settimane di lavorazione per il mio primo lungometraggio, tra tamponi e rigoroso rispetto delle norme di sicurezza anti covid19, che mi hanno riempito il cuore di gioia e di grande soddisfazione. Un periodo felice, in un momento così buio per l’arte nel mondo, che ha donato gioia e ritrovata fiducia a tutti coloro che hanno lavorato sul set… dal cast, agli operatori tecnici. Ora comincia la fase delicata del montaggio, ma ho già in mente il mio prossimo film da regista. Il momento più emozionante di questa esperienza? “ha detto infine Gallo:”L’applauso affettuoso dell’intera troupe a me tributato nell’ultimo giorno della mia performance sul set in veste di attore protagonista, ma anche il giorno di chiusura delle riprese del film, sabato 17 aprile, dirigendo in veste di regista, mia figlia Bianca”.

La produzione di Max Adv

La pellicola è prodotta da MAX ADV in partnership con GESCO, SILVER PRINCE, AN.TRA.CINE e UMBERTO CRISTIANO “Forte di un’esperienza professionale ventennale nel mondo della produzione televisiva, “ha detto Massimiliano Triassi, titolare di Max Adv , “ho accettato la sfida di misurarmi nella produzione di un lungometraggio, proprio in un periodo così complesso quale quello della Pandemia; pur vivendo qualche momento di ansia e di preoccupazione per la situazione sanitaria italiana, posso sicuramente affermare di avere vinto la mia “sfida”, avendo a mio avviso realizzato un prodotto che mi darà ampie soddisfazioni; siamo dunque pronti per nuove avventure sul campo!!”

La storia

La storia ambientata nel 2016, ai tempi dell’approvazione della “Legge Cirinnà”, si incentra sulla figura di Andrea Michelini alias Gianfranco Gallo, apprezzato artista che sta per debuttare in teatro per le ultime “dodici repliche” di uno spettacolo di successo dal titolo “Banana Blu”, una versione napoletana de “La Cage aux folles”, scritto dallo stesso Michelini, giunto alla sua quinta stagione, Accanto ad Andrea che tutti chiamano alla francese “Gigi”, denominato per l’occasione “Butterfly”, in scena c’è il suo compagno di vita Rolando Spinelli (Gianni Parisi), nella commedia “Antoine”. Spettatore da più angolature. “Dodici Repliche” non vuol essere la versione cinematografica di uno spettacolo teatrale, ma è un’opera audiovisiva  molto  profonda  che intende rappresentare un momento storico- sociale molto significativo, quale il passaggio  da un’omosessualità vintage durante la quale per farsi accettare , si era costretti ad interpretare uno stereotipo che potesse essere gradito al costume di quel tempo, fino alla conquista dei diritti del movimento LBGBT attraverso la richiesta di pari opportunità e di normativa ad hoc sentimenti La scelta del cast effettuata dal regista è dettata dal desiderio di voler dare luce sul grande schermo agli artisti di teatro, tra i più colpiti dai gravissimi danni provocati della Pandemia.

Il cast

Tra gli attori, accanto a Gianfranco Gallo oltre a Parisi figurano: Gianluca Di Gennaro, Roberto Azzurro, Elvis Esposito, Peppe Miale, Lisa Imperatore, Mariacarla Casillo, Ester Gatta.  Da menzionare, la straordinaria partecipazione di Margherita Di Rauso e di Franco Iavarone che al suo attivo vanta brillanti interpretazioni in lavori di Fellini, Benigni, Von Trotta, Fassbinder. Molto accurata anche la scelta delle location delle riprese con la selezione di siti di alta suggestione quale gli angoli più pittoreschi della città di Napoli, Palazzo Raucci a Cardito (Napoli), il porto vecchio di Bacoli ed in primis il teatro Garibaldi di Santa Maria Capuavetere. Da citare infine il maestro Vincenzo Sorrentino, compositore della colonna sonora del film, Anna Giordano, Annabella Donnarumma, Evelyn Silvia Cacace per i costumi, Luca Di Napoli, Fabiana Tosca, Davide Carità, Orlando Chiaro per la scenografia, Fabiana Porciello, direttrice di produzione, Ciro Florio per trucco e parrucco,

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui