A Napoli Federica Pellegrini e le stelle del nuoto mondiale

Dal 26 agosto al 30 settembre cinque week end imperdibili alla Scandone. Le rivincite di Tokyo nell’International Swimming League

0
106

Clamorosa dichiarazione di Federica Pellegrini che ha deciso, al ritorno dalle Olimpiadi, di proseguire il suo percorso agonistico in vasca con la cuffia di ISL a Napoli. Dal recordman del mondo nei 100 farfalla, oltre che vincitore di sette ori iridati ai mondiali di Budapest 2017 Caeleb Dressel, alla campionessa olimpica nei 100 rana Lilly King; dalla primatista mondiale sui 50 rana, la sedicenne tarantina Benedetta Pilato all’eterna ungherese Katinka Hosszu. E ancora la svedese Sarah Sjöström con sei record del mondo all’attivo, ai Giochi di Rio oro nei 100 m farfalla, argento nei 200 m sl e bronzo nei 100 m sl. E tanti altri ancora, il meglio che il nuoto mondiale può offrire e che, grazie al prezioso lavoro di collaborazione svolto con il Comune di Napoli, si confronterà nella vasca della Piscina Scandone, nel primo appuntamento dopo le Olimpiadi di Tokyo.

La manifestazione battezzata al museo MANN di Napoli alla presenza del direttore Paolo Giulierini, del fondatore di ISL Konstantin Grigorishin, dell’Assessore allo sport del Comune di Napoli Ciro Borriello, del Commissario Straordinario dell’Arus (Agenzia Regionale dello Sport) Flavio De Martino e della Dirigente Annapaola Voto, e collegata da remoto la pluricampionessa Federica Pellegrini vedrà oltre un mese di grande nuoto, dal 26 agosto al 30 settembre in cui le migliori dieci squadre al mondo si confronteranno in cinque week end stellari targati ISL. ISL, acronimo di International Swimming League nasce 3 anni fa per volere di Konstantin Grigorishin, imprenditore e filantropo ucraino oggi di base a Londra, che ha stravolto il mondo acquatico con un format innovativo coinvolgendo grandi metropoli mondiali ed i più famosi nuotatori del pianeta. Di fatto ISL è un campionato del mondo a squadre, per la prima volta realizzato nel 2019, nel nuoto. In ISL sin dalla sua prima stagione hanno partecipato tutti i migliori atleti a livello internazionale, con più di 150 medagliati olimpici e mondiali, con nuotatrici e nuotatori provenienti da più di 50 paesi. Tra gli atleti più celebri che hanno partecipato in ISL gli statunitensi Dressel e Ledecky, gli australiani Campbell e Chalmers, gli europei Sjostrom, Hosszu, Manaudou oltre a tutti i migliori azzurri, capitanati dalla “divina” Federica Pellegrini. Per volontà dello stesso Grigorishin ISL ha deciso di tornare in Regione Campania ed in particolare a Napoli, utilizzando sempre la Piscina Scandone come Main Venue, impianto rinnovato nel 2019 grazie alle Universiadi, e la Piscina della Mostra d’Oltremare come Training Center, portando in città la più importante manifestazione sportiva del 2021 oltre che un indotto economico di grande valore.

LA RICADUTA ECONOMICA – La Regular Season di ISL che si svolgerà a Napoli avrà una ricaduta sul territorio di proporzioni molto importanti. 20.000 notti in alberghi 4 stelle per un indotto di circa 3 Milioni di euro, trasporti e catering per assicurare spostamenti e ristori per 650 persone per circa sei settimane per un valore di circa 1 Milione di euro, una produzione televisiva del valore complessivo di circa 5 Milioni di euro, sono solo le voci più significative di un movimento che riverserà indiscussi vantaggi economici su Napoli e sul territorio campano con uno studio che sarà asseverato dalla Facoltà di Economia della Federico II.

FORMAT – Tre le fasi previste, la prima nota anche come Regular Season che si svolgerà interamente a Napoli dal 26 agosto al 30 settembre con un totale di 11 matches complessivi per 22 giornate di gara. La seconda con i migliori 8 teams che si sfideranno a novembre nei playoff e infine la Final Four prevista nella prima settimana di gennaio. Broadcaster ufficiale della manifestazione per l’Italia sarà
Sky Sport che trasmetterà tutti i match con la voce di Nicola Roggero oltre a raccontare attraverso magazine e highlights

GLI SPONSOR e la COPERTURA TV – Sono già molte le aziende che hanno aderito al progetto della ISL Regular Season di Napoli. Da Per Dormire ad Erreà, Acqua San Bernardo, TECA e molte altre che nelle prossime settimane affiancheranno la propria immagine al prestigioso evento. Broadcaster ufficiale della manifestazione per l’Italia sarà SKY SPORT che trasmetterà tutti i match con la voce di Nicola Roggero oltre a raccontare attraverso magazine e highlights, la vita dei 320 nuotatori a Napoli nelle 5 settimane di gare.

PROGRAMMA NAPOLI (26 agosto, 30 settembre) – Alla fase di Napoli presentata oggi parteciperanno dieci squadre composte ognuna da 32 atleti, (16 nuotatrici – 16 nuotatori). Previsti 10 matches (4 matches per squadra); Le prime 6 squadre classificate al termine dei 10 matches si qualificheranno automaticamente per i Play-offs; Le ultime 4 squadre classificate gareggeranno in un extra match (11) per aggiudicarsi gli ultimi 2 spots disponibili per i Playoff. 8 squadre complessivamente avanzeranno alla seconda fase, ovvero ai Play-off.

Ecco le dichiarazioni della campionessa Federica Pellegrini: “Quella di partecipare alla International Swimming League è stata una decisione dell’ultimo momento perché volevamo fare una sorpresa. Sarà quindi una estate lunga e sarò a Napoli per capitanare la squadra. Sono contenta di andare in una città che adoro e per gareggiare in una manifestazione così importante e così diversa”.

L’esperienza a Napoli del 2019 – Pellegrini aggiune:  “Mi piace tanto Napoli, amo la pizza, quindi la nostra preoccupazione sarà il peso che prenderemo nei 40 giorni di permanenza. L’edizione 2019 è stata una esperienza bellissima ed è molto bello competere per gare importanti e con il pubblico che riempia la piscina. Adesso mi aspetto, dopo quasi due anni di clausura che la Scandone si possa riempire. La nostra gara sarà più competitiva degli anni scorsi e sarà tutto più divertente. Dobbiamo vincere le semifinali e daremo tutto per arrivare alla finale. Sarà quindi una sfida complicata, ma a noi piacciono le sfide. E’ molto bello il format dell’evento ISL perché è aria fresca e nuova per il nuoto e tutte le gare saranno sempre impostate alla stessa maniera. Sarà bello gareggiare per la squadra, più divertente, e competere quindi con un’altra ottica, una cosa questa che serve molto”.

Dai un’occhiata al nostro articolo precedente!

Seguici anche su Twitter, Facebook, InstagramYoutube!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui