Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Napoli n. 1947/21

23.4 C
Napoli
lunedì 15 Agosto

Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Napoli n. 1947/21

Campania: raccolta differenziata quasi al 53%. Sannio primatista col 72%

Quali sono e cosa dicono i dati più aggiornati sulla raccolta differenziata in Campania?

Stando ai dati ufficiali forniti dall’Osservatorio regionale sulla gestione dei rifiuti, il livello medio raggiunto, sulla base delle statistiche diffuse dai 550 comuni della regione, si attesta a 52,8%.
Il dato rileva un livello medio stabile alla luce delle rilevazioni degli ultimi tre anni.
Infatti, mentre nel periodo 2009/2016 si era registrato un costante incremento della differenziata, nell’ultimo triennio il dato si è assestato. Segno che c’è ancora molto da migliorare dopo i grandi passi in avanti fatti negli anni precedenti.
Sempre secondo le statistiche pubblicate dall’Osservatorio regionale, è il Sannio l’area della Regione Campania a risultare la migliore
: qui la quota di raccolta differenziata arriva quasi al 72% (considerando la città di Benevento e provincia). Seguono, nella graduatoria dei territori più bravi a differenziare e riciclare, la provincia di Salerno con il 64,4% e quella di Avellino con il 64,3%.
Disaggregando il dato, si evince che , tra i capoluoghi di provincia , i più bravi sonole città di Avellino (71,31%), Benevento (62,11%) e Salerno (59,60%), mentre sotto la media regionale si trovano Caserta (50,20%) e Napoli (36,23%).
Tra i comuni con oltre 20mila abitanti, le tre realtà più virtuose risultano tutte in provincia di Napoli: sono Ottaviano con l’83,97%, Vico Equense con l’81,68% e Bacoli con l’80,92%. Numeri in controtendenza rispetto alla media provinciale partenopea.
In definitiva, la strada intrapresa dalla Campania è positiva ed è di grande importanza per uscire dal tunnel infinito della perenne emergenza rifiuti, gli sforzi più significativi in futuro dovranno necessariamente essere compiuti nel capoluogo regionale che ha la maggiore densità di popolazione, il maggior numero di abitanti e dunque la maggiore produzione di rifiuti solidi urbani. È sicuramente questa la prima sfida politica dell’amministrazione comunale e del nuovo Sindaco che verrà scelto con le elezioni del prossimo ottobre.
Seguici anche su Twitter, Facebook e Youtube!

Articoli collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici sui social

440FansMi piace
37FollowerSegui
9IscrittiIscriviti
- Advertisement -

Ultimi Articoli